21 ottobre 2019
Aggiornato 21:30

Pasini, un trionfo di grinta: «Che vittoria incredibile!»

Partito dalla seconda fila, Mattia è andato subito all'attacco, e dopo tre giri era già in testa. Sul finale ha resistito agli attacchi di Oliveira prendendosi il successo

TERMAS DE RIO HONDO – Quella a Termas de Rio Hondo è stata una gara al cardiopalmo per Mattia Pasini. 23 giri di tensione, lotta, sogni e passione. Una corsa incredibile, che ha visto il Paso dominare senza riserve un Gran Premio in cui ha brillato dall’inizio alla fine. Un successo dal sapore intenso, meritato, voluto, cercato, senza paragoni, al termine di una gara tutta in lotta con Miguel Oliveira. Scattato dalla seconda fila in griglia, Mattia è partito subito all’attacco, passando dalla quarta alla prima posizione dopo soli tre giri. Lucido e determinato, ha mantenuto un passo incredibile dall’inizio alla fine, senza lasciar nulla al caso, resistendo ai continui attacchi di Oliveira e andando alla conquista di una straordinaria vittoria. Grazie alla quarta posizione in Qatar e alla vittoria di oggi Pasini e il team Italtrans sono leader nella classifica di campionato con 38 punti.

Leader di campionato
Un successo in una gara importante, la numero 100 per Mattia in Moto2, e che arriva dopo un digiuno che durava dal Gran Premio del Mugello dello scorso anno e che sancisce Italtrans tra i protagonisti di questo 2018. «Vincere oggi è stato incredibile – esulta il riminese – Sono veramente molto contento perché abbiamo lavorato bene sin dalle prime libere. L’obiettivo in gara era rimanere concentrato senza commettere errori e l’abbiamo centrato alla grande. Il feeling con la moto era ottimo: ho spinto dall’inizio alla fine, rimanendo sempre lucido, anche nel duello infinito con Oliveira. Adesso è importante mantenere questo livello e lottare ogni domenica per il podio o comunque le prime cinque posizioni». Festeggia anche il suo capotecnico Giovanni Sandi: «Fine settimana emozionante, davvero incredibile! Siamo stati competitivi per tutto il weekend e avevamo il giusto passo per portare a casa la vittoria. Abbiamo rispettato le previsioni. Adesso pensiamo già alla prossima gara, con l’obiettivo di fare ancora bene e arrivare in Europa da leader».

Bagnaia scivola terzo
Francesco Bagnaia, ex leader del campionato, chiude il weekend del GP di Argentina al nono posto e difende così la terza posizione in classifica con 32 punti. Condizioni incerte e asfalto insidioso anche alla partenza della gara della classe intermedia con Francesco Bagnaia che scattava dalla 15esima casella della griglia. Ventesimo alla prima curva, Pecco è stato protagonista di una buona rimonta e ha chiuso al nono posto conquistando così sette punti iridati. «Una gara davvero al limite dopo un weekend difficile – racconta il torinese del team Sky Vr46 – Abbiamo girato poco in condizioni di asciutto e non avevo confidenza con l’assetto. Gli altri hanno fatto un lavoro migliore e noi abbiamo faticato anche in qualifica. Una gara da non ripetere nel corso della stagione, ma nonostante tutto sono riuscito a non perdere troppi punti in campionato e difendo il terzo posto».