16 giugno 2019
Aggiornato 02:30
Ciclismo | Vuelta 2017

Contador vince sull'Angliru, Vuelta a Froome

Nibali ha tenuto il passo del britannico fino alla fine prima di cedere un po' ma non tanto da perdere il secondo posto che gli garantirà il podio della Vuelta completato dal russo Ilnur Zakarin.

Alberto Contador vincitore sull'Angliru
Alberto Contador vincitore sull'Angliru ( ANSA )

MADRID - Alberto Contador ha vinto la 20ma tappa della Vuelta, la frazione più dura con arrivo in salita sull'Angliru. Un successo straordinario del 34enne corridore spagnolo all'ultima gara della sua carriera condotta da protagonista, all'attacco per tutta la sua durata. Per un Contador che vince la tappa, un Froome (terzo nella frazione a 17 secondi dal vincitore) che si aggiudica la Vuelta.

DOPPIETTA PER FROOME - Il corridore britannico a Madrid coronerà ufficialmente la doppietta con il Tour de France, il primo a riuscirci da quando nel 1995 la Vuelta è l'ultimo dei grandi giri. Nibali ha tenuto il passo del britannico fino alla fine prima di cedere un po' (è giunto a 51 secondi da Contador) ma non tanto da perdere il secondo posto che gli garantirà il podio della Vuelta completato dal russo Ilnur Zakarin. Domani, in notturna, gran finale a Madrid al termine di una frazione pianeggiante destinata ai velocisti.

SENSAZIONE FANTASTICA - «E' una sensazione incredibile». Christopher Froome si gode il trionfo ormai certificato nella Vuelta a Espana: domani, a Madrid, metterà a segno una storica doppietta. «Che modo di finire tre grandi settimane di corsa, aver realizzato la doppietta Tour-Vuelta è una sensazione fantastica - spiega il campione britannico del Team Sky - Grazie a tutti per il sostegno nelle ultime settimane e mesi. E grazie alla mia squadra, che è stata fantastica. Scalare l'Angliru è stato modo difficile, è una salita durissima. Abbiamo fatto di tutto per cercare di raggiungere Alberto (Contador, ndr) ma oggi era troppo forte. Congratulazioni a lui, perchè è fantastico finire in questo modo la sua carriera».

CONTADOR: GIORNATA INCREDIBILE - «Non potevo vivere un finale di carriera più bello di questo, riuscendo a vincere in cima all'Angliru». Alberto Contador non nasconde tutta la sua gioia per aver conquistato il tappone della Vuelta, l'ultima corsa prima di appendere la bicicletta al chiodo. «Ho dato tutto - spiega il fuoriclasse spagnolo della Trek Segafredo - Questa mattina mi è stato chiaro che sarebbe stata la mia giornata. Ho dovuto correre in questo modo, non c'era più tempo per dire addio. In questa vita devi assaporare ogni giorno, ogni momento e io lo faccio. Era l'ultima grande tappa di montagna della mia carriera, questa mattina avevo tanta tensione, ma anche il desiderio di superarla. Non potevo finire meglio di così - conclude Contador - L'incoraggiamento del pubblico mi ha fatto venire la pelle d'oca, è stata una giornata incredibile».