26 settembre 2018
Aggiornato 01:30

Hamilton eguaglia Schumacher e si commuove: "Incredibile"

Il tre volte campione del mondo della Mercedes raggiunge il record storico di pole position della leggenda della Ferrari, 68 in carriera, e si merita i complimenti della moglie di Schumi, Corinna
Lewis Hamilton festeggia la pole position con la sua vettura
Lewis Hamilton festeggia la pole position con la sua vettura (Pirelli)

SPA - Il britannico Lewis Hamilton ha conquistato la pole position al Gran Premio del Belgio, dodicesima prova del mondiale di Formula 1 in programma domani sul Circuito di Spa-Francorchamps. Al suo fianco partirà la Ferrari di Sebastian Vettel autore di un giro di qualifica perfetto. Seconda fila con la Mercedes di Valtteri Bottas che precede Kimi Raikkonen. Poi le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo, Hulkenberg (Renault) e Perez (Force India), Ocon (Force India) e Palmer (Renault). Per Lewis Hamilton 68esima pole in carriera, eguagliando il record di Michael Schumacher nella pista dove il tedesco ha debuttato ed ha conquistato il primo successo 25 anni fa.

Forte emozione
E' un Lewis Hamilton visibilmente commosso quello che commenta la pole position conquistata sul circuito di Spa Francorchamps per il Gp del Belgio in programma domani. Con la pole numero 68 eguaglia, infatti il record di Michael Schumacher e Ross Brawn gli porta i complimenti della moglie Corinna. "Corinna Schumacher e la famiglia vogliono congratularsi con te perché hai eguagliato il record di Michael. Volevano farti arrivare uno speciale messaggio di congratulazioni", ha detto Brawn, dt alla Ferrari quando Schumacher vinceva mondiali a ripetizione ed amico personale della famiglia. "Devo dire solo grazie per il messaggio che mi è arrivato, prego sempre per la famiglia e per lui", ha risposto Hamilton dopo essersi asciugato gli occhi con una mano. "L'ho sempre ammirato. Essere lassu' con lui ora è incredibile - ha aggiunto riferendosi al primato di pole del pilota tedesco -. Sarà sempre il più grande o comunque uno dei più grandi». Poi aggiunge: "Non volevo pensare molto in questi giorni al record di pole, per non sentire pressioni in piu'. E' un posto insolito per me essere al pari di Schumacher. Ricordo il mio primo Gran Premio qui, quando vedevo passare Michael e pensavo che era un mito. Ora mi trovo qua con le sue stesse pole: incredibile".

(Fonte: Askanews)