6 dicembre 2019
Aggiornato 01:30
Mondiale Motocross | Loket

Tony Cairoli non si ferma più: terzo trionfo di fila nel GP del dramma

In Repubblica Ceca il campione siciliano centra la quinta pole position e la sesta vittoria stagionali, raggiungendo quota 83 successi in carriera: ora il suo vantaggio nella classifica generale è di ben 92 punti, a sei tappe dal termine. Tragedia nell'Europeo: muore il giovanissimo moldavo Cuharciuc

LOKET – La tredicesima prova del campionato mondiale motocross si è disputata sul classico tracciato di Loket in Repubblica Ceca, una pista caratterizzata da ripidi saliscendi e da un fondo piuttosto duro, reso viscido nella giornata di domenica dalla pioggia caduta in mattinata. Antonio Cairoli (team Red Bull Ktm Factory Racing MxGP) dopo aver vinto la qualifica del sabato (quinta pole stagionale) è riuscito a conquistare la terza vittoria di GP di fila, la sesta stagionale in MxGP, grazie ad un terzo ed un primo posto di manche. Purtroppo il weekend di gare è stato funestato dalla tragica scomparsa del giovanissimo moldavo Igor Cuharciuc, tredicenne pilota del campionato europeo Emx85, per le conseguenze di una caduta nella gara disputata il sabato.

Serie positiva
In gara-1 Antonio Cairoli, con la Ktm 450 Sx-F è scattato al via con i primi ed è transitato in quarta posizione al primo passaggio. Nel finale di gara Cairoli ha provato a forzare sui primi e dopo aver superato il francese Paulin (Husqvarna) è andato a pressare Desalle (Kawasaki) per la seconda posizione, ma il belga è riuscito a resistere. In gara-2 il siciliano è stato capace dell’ennesimo capolavoro, e dopo aver studiato nei primi giri il battistrada Gajser, ha sferrato l’attacco decisivo ed ha subito allungato sugli inseguitori, segnando nel settimo giro il record di gara. Con il terzo posto di gara-1 ed il primo di gara-2 Cairoli ha conquistato il sesto GP stagionale, l’ottantatreesimo in carriera, portando il suo vantaggio in testa alla classifica MxGP a 92 punti sul secondo (Desalle), con sei GP al termine del campionato. «Sono davvero felice di aver superato l’ostacolo di questo GP con una vittoria – commenta l'otto volte iridato – Questo non è un circuito che amo e il mio obiettivo era il podio, ma dopo il terzo posto di gara-1, che considero positivo anche perché ho faticato un po’ a prendere il ritmo giusto, in gara-2 ho avuto la possibilità di vincere e non mi sono tirato indietro. Dopo i primi giri di assestamento ho forzato il ritmo su Gajser ed ho poi allungato prevenendo un eventuale attacco di Desalle. È stata la prima volta che ho corso qui con il Ktm 450 ed è stato più facile del 350 perché la maggiore coppia aiuta molto in alcuni tratti di questa pista. La moto è stata impeccabile e stiamo continuando in un ottimo lavoro di perfezionamento. Ci tengo a dedicare questa vittoria ad Igor Cuharciuc, la sua tragedia ci ha profondamente colpiti, e voglio essere vicino alla sua famiglia». Il prossimo GP è in calendario per il weekend del 6 agosto a Lommel (Belgio).

Cairoli in azione in Repubblica Ceca in sella alla sua Ktm
Cairoli in azione in Repubblica Ceca in sella alla sua Ktm (Ktm)