27 giugno 2017
Aggiornato 21:00
Calcio

Vicenza: il fallimento è dietro l’angolo

Dopo la retrocessione dalla serie B, la gloriosa società veneta rischia il dilettantismo se l’attuale proprietà non garantirà l’iscrizione alla prossima serie C o se non si faranno avanti nuovi acquirenti

Lo stadio Romeo Menti di Vicenza
Lo stadio Romeo Menti di Vicenza (ANSA)

VICENZA - Piove sul bagnato a Vicenza ed è un acquazzone senza fine quello che si sta abbattendo sul Vicenza Calcio, il leggendario Lanerossi. La retrocessione in serie C al termine di un disastroso campionato di B, infatti, poteva già bastare ed avanzare per deprimere i poveri tifosi vicentini che solamente due stagioni fa sognavano il ritorno in serie A; a questo si aggiunge ora anche la precaria situazione finanziaria del club, con l’attuale proprietà che ha già fatto sapere di non voler versare più un centesimo per la squadra e che è in cerca di nuovi acquirenti che però, almeno per il momento, non si sono fatti avanti concretamente. E il 26 giugno, vale a dire lunedì prossimo, il Vicenza dovrà ottemperare alla scadenza relativa al pagamento degli stipendi di marzo, aprile e maggio, quindi il 30 dello stesso mese andrà versata la fidejussione di 350.000 euro per l’iscrizione alla prossima serie C; se entro tale data a Vicenza non si installerà una nuova società, oppure gli attuali proprietari non rispetteranno gli obblighi finanziari richiesti, la gloriosa compagine biancorossa rischierà seriamente il fallimento e la ripartenza dai dilettanti. Salvate il Vicenza prima che sia troppo tardi.