6 dicembre 2019
Aggiornato 07:00

Ranieri riparte dal Nantes per costruire un nuovo Leicester

L’allenatore romano, dopo aver ottenuto la speciale deroga dei vertici federali francesi, riparte dalla Ligue 1 in una formazione in crescita e con discrete ambizioni. Il paragone con gli ex campioni d’Inghilterra risulta scontato dopo il miracolo di un anno fa

Claudio Ranieri, nuovo allenatore del Nantes
Claudio Ranieri, nuovo allenatore del Nantes ANSA

NANTES - Claudio Ranieri riparte dalla Francia, da quella stessa Francia lasciata ai tempi del Monaco, riportato in serie A dal tecnico romano, sedotto e poi abbandonato dalla facoltosa proprietà sovietica dei monegaschi. Acqua passata perché Ranieri si è preso svariate rivincite da allora, conquistando uno scudetto in Inghilterra a Leicester che resterà scolpito per anni nella storia del calcio, un’impresa forse irripetibile e che ha già collocato il tecnico romano nella leggenda del football. Ora l’ex allenatore della Roma riparte dalla Ligue 1 e dal Nantes, ufficialmente la sua nuova squadra; un accordo ormai ratificato da giorni ma che è diventato realtà solo nelle ultime ore a causa di una deroga che la Federcalcio transalpina non ha voluto concedere fino all’ultimo. In Francia, infatti, gli allenatori non possono sedere in panchina se hanno più di 65 anni di età, se non dopo il rilascio della suddetta deroga che a Ranieri sembrava non volessero accordare.

Il grande sogno

Situazione sbloccata e nuovo tecnico pronto a sbarcare a Nantes dove ora già sognano un Leicester bis, perché i gialloverdi sono una realtà ormai consolidata della serie A francese, puntano alla qualificazione in Europa e, grazie a qualche acquisto mirato e alla guida esperta di Ranieri, sperano di scalare posizioni in classifica e, chissà, infastidire Paris Saint Germain e Monaco. Un’utopia? Forse, ma lo era anche per il Leicester competere con le due squadre di Manchester, l’Arsenal, il Chelsea ed il Liverpool; ricordate come finì?