12 dicembre 2019
Aggiornato 22:30

Milan: prima la cessione di Bacca, poi sarà assalto a Morata

Il centravanti colombiano interessa al Galatasaray ed i rossoneri sono pronti ad intavolare una veloce trattativa col club turco, dopodiché partirà la fase decisiva del corteggiamento allo spagnolo del Real Madrid

Alvaro Morata, centravanti del Real Madrid e della nazionale spagnola
Alvaro Morata, centravanti del Real Madrid e della nazionale spagnola ANSA

MILANO - Porte girevoli al centro dell’attacco del Milan: via Carlos Bacca, dentro Alvaro Morata. E’ questo l’intento della dirigenza rossonera, è questa la speranza di Vincenzo Montella che mai ha apprezzato il centravanti colombiano e che stima invece moltissimo quello del Real Madrid, ideale soluzione per rinforzare la prima linea milanista; più giovane, più duttile tatticamente, più idoneo al tipo di punta che il tecnico del Milan cerca e predilige. Ma come fare per liberarsi di Bacca e gettarsi sull’ex juventino?

Doppio tavolo

Il Milan è pronto ad intavolare due trattative quasi contemporanee, anzi, due trattative a domino: la prima sarà con il Galatasaray, ovvero la società che più in questo momento è interessata a Bacca e che presto farà pervenire a Milanello un’offerta intorno ai 18 milioni che potrebbe convincere i rossoneri, anche perché la pista turca non dispiace neanche al colombiano che la preferirebbe alla Cina e al Qatar. Se l’affare col Galatasaray dovesse andare in porto, a quel punto Fassone e Mirabelli si sposteranno immediatamente a Madrid per convincere il Real a far partire Alvaro Morata, che già ha dato il suo benestare al ritorno in Italia, lusingato e gratificato dall’idea milanista di farne il punto di riferimento della squadra. 70 milioni di euro la richiesta del Real Madrid, 55 la proposta del Milan: probabile che i due club si incontrino a metà strada e il puzzle dei centravanti possa completarsi con Bacca a tentare l’avventura sul Bosforo e Morata diventare il nuovo apprezzatissimo centravanti del nuovo Milan.