20 settembre 2019
Aggiornato 13:30

Milan: tutto su Morata, perfino Belotti è un’alternativa allo spagnolo

La scelta della dirigenza rossonera per il nuovo centravanti sembra ricaduta sull’ex juventino del Real Madrid, il preferito di Montella, anche più dell’italiano del Torino, adoratissimo invece dai tifosi

Alvaro Morata, centravanti del Real Madrid e della nazionale spagnola
Alvaro Morata, centravanti del Real Madrid e della nazionale spagnola ANSA

MILANO - Nuovo centravanti: il Milan sfoglia la margherita, oppure no? Aubameyang, Belotti, Kalinic, Morata, sembrava che i rossoneri stessero scegliendo l’opzione più adatta per rinforzare l’organico di Vincenzo Montella in vista della prossima stagione, e invece la scelta il Milan l’ha già fatta: è Alvaro Morata il vero grande obiettivo del club milanista, lui e nessun altro, almeno per il momento. Fassone e Mirabelli, d’accordo anche con Montella, punteranno tutto sull’ex juventino, pur consapevoli della complessità dell’affare, del costo elevato del cartellino della punta madrilena e delle offerte provenienti dall’Inghilterra, probabilmente più allettanti di quella milanista.

Un uomo solo al comando

Ma i dirigenti del Diavolo sono pronti a lottare fino alla fine, facendo leva sull’amore per l’Italia di Morata (anche la sua compagna è italiana) e sulla sua voglia di rilanciarsi dopo la stagione a Madrid passata perlopiù in panchina; al Milan sarebbe la stella de gruppo, il riferimento della squadra, l’uomo che potrebbe essere decisivo tanto in campionato quanto nelle coppe, sbocciando definitivamente come uno dei centravanti migliori d’Europa. Solo quando Morata e/o il Real Madrid chiuderanno ufficialmente le porte al Milan, la dirigenza rossonera virerà su altri profili, ritenuti ad oggi semplici alternative allo spagnolo. Perfino Andrea Belotti, per cui i tifosi milanisti si straccerebbero le vesti pur di vedere la punta del Torino a Milanello, è al momento un gradino sotto Morata, il vero grande sogno del nuovo Milan.