24 agosto 2019
Aggiornato 14:00

Costacurta: “Consiglierei alla nuova proprietà di studiarsi le qualità di Montella”

Ripartire o no dall’attuale tecnico rossonero? L’ex difensore non sembra avere dubbi a riguardo

Alessandro Costacurta, calciatore del Milan dal 1986 al 2007
Alessandro Costacurta, calciatore del Milan dal 1986 al 2007 ANSA

MILANO - Il Milan travolge 4-0 il Palermo, gongola di fronte al pareggio dell’Atalanta e alla sconfitta dell’Inter, si prepara alla settimana più intensa dell’anno col derby di sabato e la chiusura della trattativa coi cinesi per il passaggio delle quote societarie e si gode una squadra finalmente ritrovata. A prescindere da come andrà poi il finale di stagione, ovvero se i rossoneri raggiungeranno l’Europa o meno, ci sarà poi da programmare la prossima annata, con una nuova proprietà, una nuova dirigenza e forse un nuovo allenatore. O no? Dubbi sulla permanenza in panchina di Vincenzo Montella non sembrano esserci con l’avvento della cordata cinese che acquisterà il club, e dubbi non sembra averne neanche Alessandro Costacurta, storico difensore milanista dal 1986 al 2007 ed oggi commentatore televisivo per Sky Sport che proprio nel salotto della domenica calcistica in tv afferma: «Se posso permettermi di dare un consiglio alla nuova proprietà del Milan, se davvero avverrà questa vendita, io direi di andarsi a studiare le qualità di Vincenzo Montella, elemento imprescindibile anche nel Milan del futuro. E’ un tecnico serio, bravo e preparato, quest’anno sta facendo miracoli col materiale a disposizione, ormai conosce squadra ed ambiente, sostituirlo sarebbe un gravissimo errore». L’elemento più paradossale, peraltro, è che Montella ha più possibilità di rimanere al Milan con l’avvento di una nuova società, piuttosto che con la permanenza di un Berlusconi che, senza un motivo plausibile, non ama il tecnico campano, non ne comprende il credo tattico e non esiterebbe un attimo a metterlo alla porta accogliendo un nuovo allenatore. Motivazione in più per i tifosi milanisti di sperare in un cambio di proprietà al più presto.