15 dicembre 2019
Aggiornato 22:30
Due talenti tricolori in testa

Franco Morbidelli contro Lorenzo Baldassarri, è derby italiano in Moto2

I due giovani nostrani, allievi della Vr46 Riders Academy, hanno svettato rispettivamente nella prima e nella seconda sessione di prove libere della classe di mezzo in Argentina. E sono pronti a contendersi la vittoria

TERMAS DE RIO HONDO – Continua l'eccezionale inizio di stagione di Franco Morbidelli in Moto2. Il pilota romano del team Marc Vds, fresco della sua prima vittoria in Qatar dodici giorni fa, domina anche il venerdì di prove libere del Gran Premio d'Argentina. Mancato il primo posto per un soffio in mattinata, nel turno del pomeriggio Morbido ha staccato un tempo più veloce di ben un secondo, approfittando delle migliori condizioni di pista per balzare al comando della classifica con oltre un decimo di margine. Il suo ottimo passo rappresenta l'inizio ideale per la preparazione alla gara in cui tenterà di diventare il primo italiano nella storia a vincere due tappe consecutive della classe di mezzo. «La prima giornata qui in Argentina è andata molto bene – commenta l'allievo della Vr46 Riders Academy – Abbiamo lavorato bene e sono stato veloce in entrambe le sessioni, il che significa che abbiamo mantenuto la stessa tendenza positiva del pre-campionato e del Qatar. Ora la cosa importante è mantenerci concentrati per il resto del weekend così da poter lottare di nuovo per la vittoria alla domenica. Ho trascorso la maggior parte della giornata a concentrarmi sulla gestione dell'aderenza con le gomme usate, e siamo già a un livello decente con la moto. Ora dobbiamo aspettare per vedere cosa accadrà con il meteo perché ho sentito che c'è qualche possibilità di pioggia. Ma sento che siamo preparati per qualsiasi cosa ci accada e che possiamo gestire tutte le condizioni in modo calmo e metodico».

Balda domina in mattinata
Morbidelli non è però l'unico italiano in lizza per le posizioni che contano. Lorenzo Baldassarri, infatti, ha dato il via alla prima giornata di prove libere con una prestazione strabiliante, conquistando, durante il primo turno del mattino, la prima posizione, per poi stabilizzarsi al quarto nel pomeriggio: «Sono veramente felice della giornata odierna, poiché avevamo l’obiettivo di partire in modo competitivo sin dall’inizio, e ci siamo riusciti – spiega il portacolori del team Forward – Ho tenuto un passo rapido e constante fin dai primi giri e durante il turno iniziale ho stabilito un buon feeling con la moto. Purtroppo nelle seconde prove libere abbiamo avuto un piccolo inconveniente tecnico durante la prima parte della sessione, che mi ha costretto a rientrare nel box. Una volta sistemato, siamo immediatamente tornati veloci, anche se non sono riuscito a concludere il mio giro migliore che avrebbe permesso di posizionarci ancora più in alto in classifica. Se continueremo sulla scia del percorso iniziato oggi, sono certo che domani potremo compiere un’ottima prestazione nelle qualifiche. Ringrazio il team per il grande lavoro svolto e non vedo l’ora di scendere di nuovo in pista domani mattina». Nella top ten entrano anche Mattia Pasini, settimo, e Simone Corsi, ottavo.