16 giugno 2019
Aggiornato 07:00
Continua il weekend della cilindrata più bassa in Qatar

Romano Fenati a un passo dalla vetta in Moto3, Andrea Migno sesto

I giovani italiani vanno forte anche nella seconda giornata di prove libere della classe inferiore: l'ascolano è a soli due decimi dal leader Jorge Martin, portacolori del team Gresini, mentre il pilota dello Sky Vr46 segue ad altri tre decimi

DOHA – Secondo tempo per Romano Fenati nell’ultima tornata di prove libere in programma. Aspettando le qualifiche vere e proprie di domani, l’ascolano del Marinelli Rivacold Snipers ottiene un ottimo tempo (2:06.989): «Oggi la pista era molto sporca a causa del vento forte di ieri ma, allo stesso tempo, si riusciva a guidare meglio perché il vento è calato molto. In questo turno abbiamo provato prima una gomma da dieci giri, poi una dura al posteriore e morbida all’anteriore e, solo alla fine, siamo usciti con le gomme da gara. Direi che il passo di quest’ultima fase del turno è quello che possiamo mantenere per tutta la gara».

Passi in avanti per Migno e Bulega
Continua il lavoro al box dello Sky Racing Team VR46 con Andrea Migno e Nicolò Bulega in sella alle loro Ktm per confermare le buone sensazioni di ieri. Entrambi sotto il muro del 2.07, sono nel gruppo dei più forti in vista della qualifica di domani. Con il suo 2:07.319, Andrea Migno conquista la settima piazza nella classifica provvisoria con un distacco di poco più di mezzo secondo dal leader di giornata: «Sono contento: abbiamo fatto un ulteriore step in avanti rispetto a ieri e siamo riusciti a centrare la top 10. Abbiamo una buona base e possiamo fare bene in qualifica. Avevo qualche problema di bilanciamento della moto a centro curva, ma siamo riusciti a trovare un buon compromesso. Come sempre in Moto3, sarà fondamentale partire nelle prime file per poter rimanere nel gruppo di testa in gara»: A quattro decimi dal suo compagno di squadra Nicolò Bulega (2:07.748) in pista con gomme usate, 14°: «Sono sceso in pista per riuscire a fare il mio giro veloce con gomme usate e ho centrato l'obiettivo. Il feeling con la moto è migliorato ancora e domani potrò lottare con i più forti. Dopo tre turni sull'asciutto, speriamo il meteo non faccia sorprese».

Andrea Migno in sella alla sua Ktm in Qatar
Andrea Migno in sella alla sua Ktm in Qatar (Sky Vr46)

Martin prenota la pole
Il più veloce in assoluto del fine settimana è stato invece lo spagnolo Jorge Martin (2:06.817), che difende i colori della squadra italiana Gresini: «È stata una giornata fantastica, abbiamo iniziato con una gomma usata e mi sono trovato molto bene. Ci siamo aiutati a vicenda con Fabio, ma anche girando solo avevo un gran ritmo. Con la gomma nuova a mescola dura ho fatto un buon tempo, ma già dal secondo giro avevo problemi, quindi il vero dilemma sarà scegliere tra gomma dura e media per la gara».