17 giugno 2019
Aggiornato 06:30
Scendono in pista anche le categorie propedeutiche

Romano Fenati è già sul podio: migliore degli italiani nei primi test Moto3

Debutto stagionale per le classi inferiori del Motomondiale nelle prove di Valencia: il giovane ascolano stacca il terzo tempo assoluto con la sua nuova Honda del team Snipers. Bene anche Niccolò Antonelli, prima della sua caduta

VALENCIA – Moto2 e Moto3 sono scese in pista, mercoledì e giovedì, sul circuito di Valencia, per le prime due giornate di test privati dell'anno, organizzati dal Monlau team. Il vero protagonista della prima giornata di test è stato il forte vento che non ha consentito ai piloti di esprimere al meglio le loro potenzialità: la maggior parte dei centauri hanno dunque preferito non rischiare e preservare moto ed energie per il secondo giorno. Ieri era quindi il giorno giusto per togliersi un po' di ruggine di dosso specie per Romano Fenati, fermo da troppo tempo, a parte i test di fine 2016 sempre a Valencia. L'ascolano si è concentrato sulla sua nuova Honda del team Snipers e ha cercato il feeling con la squadra. Nonostante sia stata una giornata di studio, l'ex portacolori del team Sky Vr46 ha ottenuto il terzo crono con 1:40.106 ma, per la verità, nessuno dei presenti si è avvicinato al record della pista, un secondo più basso. Qui non era il caso: c'era solo da stirarsi le braccia e cominciare a lavorare. «Oggi è stata una giornata molto positiva – ha dichiarato Romano – Peccato non aver potuto sfruttare entrambe le giornate ma ieri le condizioni erano proibitive a causa del vento forte. Abbiamo preferito preservare le forze e la moto per oggi ed è andata bene. Fin da questa mattina abbiamo lavorato bene sulla moto e adesso possiamo solo migliorarci. Continueremo il lavoro a Jerez nei prossimi test». Fenati torna a casa con sensazioni molto positive, considerando che ha potuto provare solo il telaio in versione 2017: la sua Honda, infatti, montava ancora motore e carene 2016.

Così gli altri
Tra i giovani italiani da sottolineare anche il secondo tempo di Niccolò Antonelli al primo giorno (nel secondo è finito a terra, senza conseguenze, a differenza del connazionale Fabio Di Giannantonio che si è invece fratturato una clavicola), mentre Enea Bastianini, con i nuovi colori di Estrella Galicia, ha preferito concentrarsi sul passo gara non cercando riscontri cronometrici sul giro secco. In pista anche il team Sic58 Squadra corse, al debutto assoluto nel Motomondiale con Tony Arbolino e Tatsuki Suzuki. In Moto2 migliori tempi in entrambe le giornate per Miguel Oliveira con la debuttante Ktm.