Windsor 2016

Mondiali di nuoto, Paltrinieri solo argento nei 1500

Il campione olimpico chiude alle spalle del coreano Park Tae-Hwan, l'azzurra č seconda con il nuovo primato italiano. Bronzo alla 4x50 sl con la Pellegrini. La spezioni si chiude con 7 podi.

WINDSOR - Due argenti ed un bronzo illuminano l'ultima giornata di finale per i tredicesimi mondiali in vasca corta al WFCU di Windsor. Salgono così a sette le medaglie della spedizione azzurra (1 oro, 4 argenti e 3 bronzi), superando lo score di Doha 2014 che vide gli azzurri sei volte sul podio con 31 atleti contro 11 di quella canadese. Scende dal trono mondiale dei 1500 stile libero Gregorio Paltrinieri che conquista l'argento, e abdica in favore del coreano Park Tae-Hwan che nuota in 14'15:51. «Onore a Park Tae-Hwan perchè comunque ho perso contro un campione olimpico che qui è in gran forma» racconta SuperGreg.

Vola ancora Silvia Di Pietro. La velocista romana allenata da Mirko Nozzolillo a Roma scende due volte sotto il record italiano, prima con la stattetta 4x50 stile libero, e poi nella gara individuale toccando in 23:90 (precedente 24:04 di Netanya 2015) conquistando il quarto argento della spedizione azzurra qui a Windsor. Nella gara di apertura, arriva la quinta medaglia azzurra con il bronzo della 4x50 stile libero (Silvia Di Pietro, Erika Ferraioli, Aglaia Pezzato, Federica Pellegrini). «Era una staffetta difficile perchè questa mattina siamo entrate più o meno tutte sullo stesso tempo - racconta Federica Pellegrini alla settima medaglia iridata in corta - siamo contente, è stato bello e poi vincere una medaglia in tre staffette su tre per ora è una grande soddisfazione».

Nella regina della velocità tocca quinto Luca Dotto. Chiude infine col record italiano (il quarto totale) anche la staffetta 4x100 mista giunta settima: Silvia Scalia, Martina Carraro, Silvia Di Pietro, Federica Pellegrini.