20 marzo 2019
Aggiornato 18:00
Seconda tornata di test della Moto2 in Spagna

Bagnaia parte alla grande: migliore dei deb e primo sul bagnato

Pecco si è piazzato terzo nella prima giornata di prove a Valencia, il più veloce tra gli esordienti, mentre nel secondo giorno, al suo debutto assoluto sotto la pioggia, è riuscito a salire in cima alla classifica generale

Pecco Bagnaia in azione a Valencia
Pecco Bagnaia in azione a Valencia

VALENCIA – Con un terzo posto complessivo, Pecco Bagnaia è il miglior esordiente anche sul circuito di Valencia, dove si è chiusa oggi sotto la pioggia la due giorni di test invernali della Moto2. Ma al Ricardo Tormo, il pilota dello Sky Racing Team Vr46 è stato il più veloce di tutti in condizioni di bagnato al martedì. Passo in avanti anche per il suo compagno di squadra Stefano Manzi, quattordicesimo nella classifica combinata e sesto sotto la pioggia. Dopo l'esordio della scorsa settimana a Jerez de la Frontera, continua il lavoro di approccio alla nuova categoria per i due giovani piloti italiani. Pecco, 90 giri complessivi, sull'asciutto segna un miglior tempo di 1:36.024, che lo proietta nella top 3 a poco più di un secondo di distacco dalla vetta della classifica (Takaaki Nakagami, 1:34.761). Per la prima volta in pista in condizioni di bagnato, Bagnaia firma un ottimo 1:48.173, miglior crono di giornata. «Una due giorni di test davvero positiva – sorride il pilota torinese – In condizioni di asciutto abbiamo lavorato sodo per raggiungere i primi e fare uno step in avanti. Abbiamo colto l'occasione per iniziare a girare sotto la pioggia con questa nuova moto dimostrando di essere competitivi in entrambe le condizioni. Sul bagnato ho avuto subito buone sensazioni e questo è un ottimo inizio se pensiamo al 2017. Vado in vacanza molto soddisfatto di questo finale di stagione».

Cresce Manzi
Sensazioni positive anche per Manzi, che continua il lavoro sull'assetto della sua Kalex. Stefano, con 102 tornate all'attivo, sotto la pioggia lima il suo tempo fino a 1.50.313 (sesto) e conquista la 14esima piazza assoluta (1:37.326). «Dopo Jerez non vedevo l'ora di tornare in pista per continuare il lavoro sulla nuova moto – spiega lui – In condizioni di asciutto ho fatto dei progressi rispetto alla scorsa settimana e ho ricucito il distacco dai primi. Il meteo ci ha regalato la possibilità di provare anche sul bagnato: mi sono trovato subito a mio agio e sono riuscito a spingere fin dai primi giri». Conclude il team manager Pablo Nieto: «Sono davvero soddisfatto di quanto ho visto in pista in questi due giorni. Il nuovo team Moto2 ha iniziato questa avventura con il piede giusto. Abbiamo sfruttato al massimo la prima giornata per continuare il nostro approccio alla nuova moto e oggi siamo riusciti a fare una prima prova sul bagnato. Pecco è stato veloce in entrambe le condizioni e chiude questo test vicinissimo ai primi. Stefano ieri ha faticato di più, ma ha già fatto un importante passo rispetto a Jerez e sotto la pioggia è riuscito a trovare subito un ottimo ritmo. Chiudiamo questo 2016 nel migliore dei modi: ci aspetta un inverno ricco di lavoro, ma siamo fiduciosi per la prossima stagione».