20 gennaio 2020
Aggiornato 02:00
Calcio

Albertini: "Milan, che entusiasmo!"

L'ex calciatore rossonero analizza la ritrovata gioia della sua vecchia squadra, tornata improvvisamente ad ottenere gioco e risultati

MILANO - Dopo aver espresso qualche perplessità circa l'arrivo in Italia di proprietà cinesi dopo il crac con gli occhi a mandorla del Pavia Calcio e in vista dell'approdo a Milano di una nuova società proveniente proprio dall'Estremo Oriente, Demetrio Albertini concentra le sue attenzioni sul campo e sul Milan, secondo in classifica e prossimo alla sfida di San Siro contro la capolista Juventus: "Presentare Milan-Juve come gara scudetto mi sembra troppo - afferma l'ex regista rossonero - anche perchè il titolo può perderlo solo la squadra di Allegri, però penso che se il Milan è al secondo posto abbia dei meriti che gli vadano riconosciuti dal primo all'ultimo. Noto un entusiasmo che a Milanello non si vedeva da troppo tempo e penso che la formazione di Montella possa proseguire nel suo percorso di crescita e lottare per l'Europa sino alla fine. Locatelli? Se mantiene la voglia di giocare e di maturare può diventare un gran giocatore». La fiducia attorno al nuovo Milan, insomma, continua.