12 dicembre 2019
Aggiornato 05:00

Un'altra vittoria in Moto2 per Gresini grazie a Sam Lowes

Il pilota britannico domina ad Aragon e conquista il suo secondo successo stagionale. Ora è a quaranta punti dal leader del campionato Johann Zarco: «Può ancora accadere di tutto e di certo non mi voglio arrendere»

Sam Lowes sul gradino più altro del podio ad Aragon
Sam Lowes sul gradino più altro del podio ad Aragon Gresini Racing

ALCAÑIZ – Il pilota del team Gresini Sam Lowes ha centrato oggi la seconda vittoria della stagione in Moto2 nel Gran Premio di Aragon grazie a una performance entusiasmante: il ventiseienne pilota inglese ha infatti dominato la gara, iniziando ad allungare sui rivali dopo pochi giri e tagliando il traguardo in solitaria, con oltre tre secondi di margine sullo spagnolo Alex Marquez, secondo sotto alla bandiera a scacchi. Lowes ha così tramutato l’ottimo ritmo mostrato durante le prove in un fantastico successo, che lo porta a quota 162 in classifica generale, a una distanza di 40 punti dalla vetta occupata da Johann Zarco. «Abbiamo lavorato molto bene durante tutto il fine settimana, effettuando in ogni sessione di prove dei long run in vista della gara, perciò mi sentivo fiducioso – commenta Lowes – Per questo motivo sono voluto passare subito al comando della corsa, per poter fare il mio ritmo. Appena sono riuscito a prendere un po’ di margine ho semplicemente cercato di rilassarmi e continuare a mantenere il mio passo. Questo risultato rappresenta un bel cambiamento rispetto alle delusioni delle ultime gare, ed è ovviamente molto bello aver mostrato un tale livello di competitività! Adesso siamo a 40 punti dal leader del campionato, perciò può ancora accadere di tutto e di certo non ci arrenderemo. Mi sento bene sulla moto e cercheremo di portare in Giappone le stesse sensazioni che abbiamo avuto qui!». Conclude il team manager Fausto Gresini: «Qui ad Aragon il weekend è iniziato subito nel migliore dei modi e Lowes ha sempre lavorato bene assieme alla squadra, compiendo numerosi long run in vista della gara, perciò eravamo consapevoli di essere competitivi. Al via Sam si è portato subito al comando con aggressività: sapeva di poter allungare sugli altri piloti e di conseguenza voleva andare davanti per non essere disturbato e imporre il proprio ritmo. Ha corso una bellissima gara, determinato e concentrato, dimostrando una netta supremazia e un grande potenziale. Per quanto riguarda il campionato, vogliamo affrontare ogni gara senza fare troppi calcoli: dobbiamo soltanto cercare di essere incisivi e di divertirci, dopodiché vedremo come andrà…».