22 febbraio 2020
Aggiornato 21:00
Calcio

Milan: Thiago Silva torna, anzi no

Notizie discordanti fra di loro: dal Brasile prima assicurano che il difensore e capitano del Paris Saint Germain starebbe pensando al clamoroso ritorno, poi il dietrofront improvviso

MILANO - Dopo Ibrahimovic, adesso tocca a Thiago Silva. I poveri tifosi del Milan, già martorizzati da annate fallimentari e campagne acquisti irrilevanti, devono subire anche l'umiliazione dei continui ritorni di fiamma dei grandi ex che ciclicamente si ripropongono (o vengono riproposti) e che poi puntualmente si defilano nel momento decisivo. Da almeno due anni si parla di un ritorno di Zlatan Ibrahimovic, mai concretizzato, ora ecco che dal Brasile scoppia la bomba Thiago Silva: la stampa sudamericana, infatti, aveva lanciato lo scoop di una rottura fra l'ex difensore rossonero ed il Paris Saint Germain, ovvero la squadra a cui Berlusconi con grande sapienza cedette i due campioni milanisti nell'estate del 2012 dando inizio alla distruzione della società milanese. "Thiago Silva rompe col Paris Saint Germain, non rinnova il contratto e a giugno torna al Milan": questo più o meno scrivevano nelle ultime ore i media brasiliani, ma neanche il tempo di illudersi e sognare per i tifosi milanisti, che dallo stesso Brasile arriva un'altra notizia molto meno confortante: Thiago Silva si riavvicina al Paris Saint Germain e inizia le pratiche per il prolungamento di contratto, il Milan si allontana nuovamente. Una coppia Thiago Silva-Romagnoli risolverebbe gran parte dei problemi della retroguardia rossonera, ma a quanto pare il campione carioca ha altri progetti e la proprietà cinese che sta acquisendo il Milan non farà in tempo a convincerlo a tornare a Milano dove ha vinto lo scudetto e la Supercoppa Italiana nel 2011, ultimi trofei della storia milanista.