28 settembre 2020
Aggiornato 14:00
Una squadra nostrana davanti a tutti nella classe di mezzo

Sam Lowes, pole position sul bagnato in casa

Come per il connazionale Cal Crutchlow in MotoGP, anche in Moto2 a Silverstone la partenza al palo è appannaggio di un idolo locale, grazie ad una prestazione perfetta: il giovane britannico del team italiano Gresini

SILVERSTONE – Una fantastica performance nelle qualifiche disputate questo pomeriggio sull’asfalto bagnato ha consegnato la pole position del Gran Premio di Gran Bretagna della Moto2 a Sam Lowes: dopo aver chiuso al comando tutti i turni di prove libere sull’asciutto, sulla pista di casa il venticinquenne pilota del team Gresini si è perciò dimostrato il più veloce anche sotto la pioggia, battendo nelle fasi finali delle qualifiche il francese Johann Zarco con il crono di 2:26.740. Autore finora di un weekend senza la minima sbavatura, Lowes si prepara perciò a lottare per la vittoria nella gara che scatterà domani alle 14 ora locale e che si terrà sulla distanza di 18 giri. «Sono stato veloce in ogni sessione di prove sull’asciutto, ma onestamente non mi aspettavo di riuscire ad ottenere la pole position sul bagnato! – festeggia il pilota di casa – Ciò significa che anche in queste condizioni abbiamo fatto un bel passo in avanti, e a tutto ciò ha sicuramente contribuito la bella prestazione messa in mostra a Brno: quel podio sotto la pioggia mi ha dato fiducia in vista di questa gara ed è servito, senza dubbio! Spero comunque in una gara asciutta domani, come indicano le previsioni, perché finora è stato un weekend molto positivo e sull'asfalto asciutto so di avere un piccolo vantaggio sugli altri piloti; detto ciò, ovviamente non sarà facile, come sempre: Zarco sarà sicuramente della partita, ma so di potermi giocare un bel risultato per mantenere viva la lotta al titolo!». Il team manager Fausto Gresini aggiunge: «È molto bello vedere Sam in grande forma, di nuovo in pole position davanti al suo pubblico! Nonostante la pioggia abbia reso le qualifiche complicate e insidiose Sam ha lavorato molto bene assieme alla squadra, rimanendo sereno e mantenendo il giusto approccio. La nostra strategia prevedeva di spingere soltanto negli ultimi giri della sessione, in modo da poter prendere la giusta confidenza con la pista bagnata: alla fine è uscito un bel giro nonostante le condizioni non fossero affatto facili, perciò siamo contenti. Bravo Sam e brava anche la squadra, ora aspettiamo la gara di domani!».