12 novembre 2019
Aggiornato 19:00

Zaza-Milan: è la volta buona

L’attaccante della Juventus continua a rifiutare ogni soluzione ed aspetta i rossoneri che, a loro volta, premono per incassare i soldi della cessione di Bacca e sferrare l’assalto decisivo alla punta calabrese

MILANO - E’ ormai chiaro che il primo nome nella lista del Milan per rinforzare il suo attacco sia quello di Simone Zaza. L’attaccante della Juventus, chiuso in bianconero dall’arrivo di Higuain e sempre meno convinto di sprecare la sua carriera giocando a Torino smozzichi di partita, è sul piede di partenza e ricambia gli amorevoli sguardi milanisti con altrettanta passione: Zaza vuole il Milan e viceversa, ma i rossoneri, come è noto, sono bloccati da una mancanza di danaro liquido che ne paralizza il mercato a meno di una cessione eccellente. In particolar modo è Bacca, anzi, sarebbe Bacca a dover partire: valutato da Galliani 30 milioni di euro, il centravanti colombiano non sembra ancora convinto di accettare la soluzione inglese legata al West Ham che proprio quei 30 milioni è pronto a versare nelle casse milaniste.

Nuove soluzioni

Con quei soldi, poi, Adriano Galliani busserebbe alla porta della Juventus per portarsi a casa Zaza che nel frattempo ha rifiutato in continuazione i tedeschi del Wolfsburg che lo corteggiano dalla fine di maggio. Con l’arrivo in società dei cinesi, però, la situazione del Milan potrebbe essere cambiata e i rossoneri, anche senza una cospicua liquidità, potrebbero arrivare a Zaza anche con la formula del prestito con obbligo di riscatto (operazione ora possibile) e pagare il cartellino dell’ex attaccante del Sassuolo con comodo il prossimo anno. Occorre però far presto perché la Juventus, già poco avvezza a far regali, presto o tardi metterà Zaza con le spalle al muro dandogli l’ultimatum: o accetti la Germania o resti qui; se Zaza e il Milan vogliono finalmente abbracciarsi, questo è il momento: o adesso o mai più.