27 settembre 2020
Aggiornato 21:00
Calcio

Vialli: “La campagna acquisti del Milan è stata tutta sbagliata”

L’ex attaccante critica le scelte societarie in fase di mercato, nel quale sono arrivati a Milanello calciatori dal valore inversamente proporzionale al costo del cartellino

MILANO -  Gianluca Vialli, ex calciatore di Sampdoria e Juventus, oggi apprezzato opinionista per Sky Sport, ha parlato della situazione del Milan, ormai sesto in campionato e senza nessuna ambizione se non quella di vincere la finale di Coppa Italia contro la Juventus, impresa peraltro più che proibitiva per la sgangherata formazione di Mihajlovic: «Il problema del Milan è secondo me il mercato - sostiene Vialli - perché l’errore principale i rossoneri lo hanno commesso in estate acquistando giocatori poco funzionali a ciò che serviva e pagandoli oltretutto uno sproposito. Bertolacci, ad esempio, è costato 20 milioni quando si poteva prendere in prestito e riscattarlo il prossimo anno, peraltro non a quella cifra che non è idonea al valore del calciatore che sta risentendo di quella valutazione e rende meno sentendo il peso di quei 20 milioni. Terrei Mihajlovic anche l’anno prossimo, dato che ormai conosce il gruppo e può dire quali calciatori andrebbero tenuti e quali no, mentre ricominciare tutto dall’inizio sarebbe un errore e si rischierebbe di ritrovarsi fra un anno nella stessa situazione di oggi». Errore peraltro già commesso più volte da una società in crisi di identità e in evidente stato confusionale, incapace di assumersi responsabilità e di dire le cose come stanno, ma in grado solamente di scaricare sugli incolpevoli allenatori le cause di un fallimento che sta diventando ormai la normalità del Milan.