27 settembre 2020
Aggiornato 22:00
Calcio

Teocoli: "Milan, prendi un forte centrocampista e tornerai grande"

L'attore milanese, noto tifoso rossonero, ha la ricetta giusta per ripresentare un Milan competitivo: acquistare un fuoriclasse sulla mediana

MILANO - Teo Teocoli, famosissimo attore, comico, imitatore e presentatore televisivo, nonchè tifosissimo del Milan è intervenuto per parlare della sua squadra del cuore, appena arrivata in finale di Coppa Italia e pronta al ritorno in Europa dopo due anni: "Ultimamente le cose sono migliorate in casa rossonera - afferma Teocoli - ma al Milan manca ancora qualcosa per tornare a grandi livelli. Per esempio, io comprerei un grande centrocampista, uno di quelli che faccia fare alla squadra di Mihajlovic quel salto di qualità che ancora manca per arrivare al terzo posto, traguardo per me irraggiungibile quest'anno, al contrario della Coppa Uefa che sembra alla portata di mano dei rossoneri".

I giocatori di classe costano

Tralasciando il condivisibile discorso circa la possibilità remota del Milan di agguantare la terza posizione in campionato, val la pena invece soffermarsi sul possibile arrivo di un grande centrocampista, invocato da Teocoli ma anche da tutto il popolo milanista. E' vero, a questa squadra manca un elemento in mezzo al campo che prenda per mano i compagni ed organizzi il gioco, che metta ordine quando c'è confusione, che apra squarci di luce quando là in mezzo regna il buio. Pirlo, Pogba, Hamsik, Pjanic in Italia, Modric, Rakitic, Xabi Alonso, Yaya Tourè, Ozil, per allargare gli orizzonti fuori dai confini nazionali. Ben venga la duttilità di Bonaventura, ben venga la qualità di Montolivo e ben venga il sacrificio di Honda, Bertolacci e Kucka, ma al Milan serve altro per arrivare ai livelli della Juventus, tornare in Coppa dei Campioni e provare a vincerla. La scorsa estate si è inseguito Witsel, profilo ottimo per colmare quella lacuna che in casa rossonera pesa come un macigno, un'operazione che Galliani non ha potuto portare a termine per mancanza di danaro liquido dopo la campagna romana per Bertolacci e Romagnoli, e dopo aver promesso il ritorno di Ibrahimovic ed aver presentato Luiz Adriano. Ma del resto i giocatori di calibro internazionale e carisma rilevante costano e chi ce li ha (al contrario del Milan) se li tiene stretti o se li fa pagare assai cari; se Berlusconi vuole riportare in alto il Milan deve spendere tanto e per giocatori di caratura mondiale, altrimenti la Coppa Uefa sarà sempre l'unico obiettivo perseguibile per l'ex società più titolata al mondo.