27 maggio 2024
Aggiornato 21:00
La storia si ripete

Schumi Jr entra già nell'orbita Ferrari?

Mick Schumacher, figlio del sette volte campione del mondo di Formula 1, è pronto al prossimo passo della sua carriera sportiva: il campionato italiano di Formula 4. Con una squadra legata a filo doppio alla rossa di Maranello

ROMA – Di nuovo uno Schumacher in una squadra italiana. Di nuovo uno Schumacher in orbita Ferrari. Per gli irriducibili tifosi della leggenda Michael, un sogno che si potrebbe avverare; per i ferraristi una storia che si ripete. Questa volta, a dieci anni di distanza, il protagonista è il figlio del sette volte campione del mondo di Formula 1: Mick Schumacher. Che l'anno passato, a soli 15 anni, ha fatto il suo debutto nelle monoposto sotto i riflettori di tutto il mondo delle corse, disputando il campionato di Formula 4 tedesca con le insegne del team olandese Van Amersfoort, lo stesso che lanciò il talentino Max Verstappen. Oggi, però, al piccolo Schumi correre solo in patria non basta più. Per imprimere un ulteriore passo in avanti nella sua carriera vuole lanciarsi in una dimensione internazionale. A partire da un altro campionato di Formula 4 di altissimo livello: quello italiano, appunto. E la scelta favorita per il suo approdo sembra proprio la Prema Powerteam: una delle squadre nostrane più blasonate e vincenti nei campionati minori, che vanta stretti legami proprio con la Ferrari, di cui ha ospitato già numerosi giovani del vivaio. E così ecco che il cerchio si chiuderebbe.

Predestinato
Il condizionale, almeno al momento, resta però d'obbligo, visto che non c'è ancora alcun contratto siglato. Siamo solo alla fase delle trattative, che da un lato vedono impegnata Sabine Kehm, manager di Mick nonché del suo indimenticabile padre, e dall'altro Angelo Rosin, patron della squadra: «Noi siamo interessati – dichiara il boss di Prema alla Gazzetta dello Sport – Adesso dipende da Mick, dalla sua famiglia e dal suo management. Sto aspettando la loro telefonata e spero che ci incontreremo nei prossimi giorni». Il quotidiano tedesco Kolner Express aggiunge un ulteriore dettaglio: l'incontro decisivo tra il management di Schumi Jr e quello del team italiano è fissato per i prossimi giorni, entro inizio gennaio. E il 16enne pilota teutonico non si limiterebbe a correre la serie italiana: «Noi l'anno scorso abbiamo già partecipato a quattro eventi della F4 in Germania, quest’anno potremmo anche fare tutta la stagione lì – prosegue Rosin – O correrà con noi o con un’altra squadra». Che potrebbe essere ancora la solita Van Amersfoort, che si è detta interessata ad un rinnovo, ma anche la nuova squadra di cui lo zio Ralf è comproprietario. Le opzioni, insomma, non mancano. E il piccolo Mick Schumacher sembra già avere una brillante carriera davanti a sé.