20 novembre 2019
Aggiornato 14:30

Capello: “Il Milan non ha leader”

Il ct della Russia cerca di trovare spiegazioni e responsabilità circa la disastrosa annata del suo vecchio club

MILANO -  Da allenatore del Milan ha vinto 4 scudetti in sei anni, una Coppa dei Campioni (oltre ad altre due finali perse), più una serie di coppe e supercoppe. Adesso Fabio Capello, attuale commissario tecnico della nazionale russa, prova a fare un’analisi del desolante momento rossonero e delle prospettive della squadra, poco incoraggianti anche per gli anni futuri. «Il Milan non ha leader in campo - ha detto il tecnico friulano ai microfoni di Radio Rai - nessun giocatore in grado di prendere in mano la situazione con piglio e fermezza. Inoltre manca programmazione e continuità, alcuni calciatori non sono valutati bene, il loro valore non viene analizzato a fondo, come se si acquistasse tanto per acquistare. La rosa milanista, tra l’altro, dispone di elementi non all’altezza, soprattutto non all’altezza delle prime della classe, come del resto dimostra la classifica».