23 gennaio 2020
Aggiornato 00:30
Pallanuoto

Quarto posto per il setterosa agli europei

L'Ungheria batte l'Italia 10-9 (2-3, 5-2, 0-2, 3-2) nella finale per il terzo posto alla 15esima edizione dei campionati femminili di pallanuoto, a Budapest. Però la sconfitta è immeritata e, seppur le azzurre hanno sbagliato troppo in superiorità numerica (5/13), pesano quattro rigori concessi alle magiare e molteplici controfalli fischiati.

BUDAPEST - Il bronzo della rivalsa non arriva, ma la prestazione sì. L'Ungheria batte l'Italia 10-9 (2-3, 5-2, 0-2, 3-2) nella finale per il terzo posto alla 15esima edizione dei campionati femminili di pallanuoto, a Budapest. Però la sconfitta è immeritata e, seppur le azzurre hanno sbagliato troppo in superiorità numerica (5/13), pesano quattro rigori concessi alle magiare e molteplici controfalli fischiati.

TORNEO AD ALTISSIMO LIVELLO - Al Setterosa resta la consapevolezza di aver disputato un torneo ad altissimo livello, nel corso del quale ha sbagliato solo la partita contro le finaliste della Spagna, campionesse mondiali e vice campionesse olimpiche; di aver centrato la zona medaglia, aver "battuto" l'Olanda e giocato almeno alla pari contro l'Ungheria padrona di casa, sostenuta da oltre 4.000 tifosi e favorita da una direzione arbitrale discutibile. A segno per le azzurre Bianconi (autrice di una tripletta, nonché del mini break di 3-0 per il 7-7), capitan Di Mario e Garibotti, doppietta, Emmolo e Cotti.