22 ottobre 2019
Aggiornato 03:00

Basso punta il Giro d’Italia, Contador vuole il Tour

Il ciclista azzurro sarà al via del Giro di Romandia con un pensiero fisso alla maglia rosa. Contador, leader della classifica individuale dell'Uci World Tour, si concentra sul Tour de France. In Turchia vince ancora Cavendish.

La stagione ciclistica entra nel vivo ed i protagonisti iniziano a farsi sentire.
Oggi, martedì 29 aprile prenderà il via il Giro di Romandia, 14ma prova del calendario Uci World Tour, ed ai nastri di partenza ci sarà anche la Cannondale Pro Cycling. Il team schiererà otto uomini per affrontare le sei tappe con l'ambizione di una realizzare una prestazione importante. Per alcuni corridori la corsa sarà anche un passaggio obbligato per finalizzare la preparazione in vista del Giro d'Italia. Ivan Basso, Moreno Moser e Damiano Caruso correranno in Romandia dopo l'esperienza al Giro del Trentino. Oscar Gatto torna in gruppo dopo le classiche del pavé e un periodo di riposo, così come Paolo Longo Borghini. Matej Mohoric e Jean-Marc Marino arrivano invece all'appuntamento dopo il trittico delle Ardenne. Completa la formazione il colombiano Jose' Sarmiento. «I miei occhi sono fissi sul Giro d'Italia - ha detto Basso - e ogni corsa è un passo avanti verso l'obiettivo. I risultati al Trentino non sono stati quelli aspettati, ma non sono scoraggiato. So di aver lavorato duro e in Romandia sono motivato a dare il cento per cento».

UCI WORLD TOUR, CONTADOR RESTA PRIMO - Alberto Contador resta al comando della classifica individuale dell'Uci World Tour anche dopo la Liegi-Bastogne-Liegi di ieri. Lo spagnolo della Tinkoff-Saxo, con 308 punti, precede l'australiano dell'Orica-GreenEdge Simon Gerrans (264), che grazie al trionfo alla Doyenne sale dal nono al secondo posto, e lo spagnolo della Movistar Alejandro Valverde (262), che guadagna tre posizioni e si attesta terzo. Il migliore degli italiani è Domenico Pozzovivo (Ag2R-La Mondiale), che sale dalla 36esima alla 18esima piazza. Tutto invariato nel ranking delle nazioni, con la Spagna (805) davanti a Belgio (567) e Australia (516); l'Italia scala tre gradini ed è ottava. Tra i team è ancora leader la belga Omega Pharma-Quickstep (693) davanti alla spagnola Movistar (533), la russa Katusha guadagna una posizione ed è terza (443); la Lampre-Merida (198) resta 13esima, la Cannondale (188) 14esima.

CONTADOR: «VOGLIO IL TOUR» - «Il Tour è il mio grande obiettivo stagionale ma il favorito è Froome, perché l'anno scorso è stato il più forte. Io lo sto preparando nel migliore dei modi». Così, a Skysport 24, il campione spagnolo Alberto Contador, leader della classifica individuale dell'Uci World Tour. Il suo nome era circolato allorché si parlava di una nuova squadra finanziata da Fernando Alonso: «Non so come stia la situazione, io penso alla mia stagione e alla mia squadra (Tinkoff-Saxo, ndr). Spero diventi una realtà - conclude Contador - per portare nel ciclismo le sue vittorie».

GIRO DI TURCHIA, BIS DI CAVENDISH - Mark Cavendish ha vinto la seconda tappa del Giro di Turchia e, dopo il successo nella frazione d'apertura, ha consolidato il primato in classifica generale. Il britannico del team Omega Pharma si è imposto in volata nella Alanya-Kemer di 175 km precedendo Francesco Chicchi (Yellow Fluo) e Niccolò Bonifazio (Lampre-Merida)