6 dicembre 2019
Aggiornato 21:30
Mondiali di Nuoto

Disastro Italia, si salva Paltrinieri

Mattinata sfortunata per gli azzurri a Barcellona. Nelle batterie vengono subito eliminati Silvia Di Pietro nei 50 stile, Mirco Di Tora nei 50 dorso, Michela Guzzetti e Lisa Fissneider nei 50 rana e Gabriele Detti nei 1500 stile

BARCELLONA - Mattinata tanto disastrosa quanto sfortunata per gli italiani ai Mondiali di nuoto di Barcellona. Nelle batterie vengono subito eliminati Silvia Di Pietro nei 50 stile, Mirco Di Tora nei 50 dorso, Michela Guzzetti e Lisa Fissneider nei 50 rana e Gabriele Detti nei 1500 stile. Si prende invece la finale Gregorio Paltrinieri (14'57:15, quarto crono assoluto), che desta sensazioni positive nei 1500 nuotati a fianco del campione del mondo Sun Yang.

Per il resto davvero iellati gli azzurri: la Di Pietro (25:24 il suo crono) è rimasta fuori dalla semifinale per 1 centesimo, capitan Di Tora (25:54) per soli 2 centesimi e la Guzzetti (31:51) anch'essa per 1 centesimo. Una vera e propria maledizione, ma sono tanti i motivi di riflessione per la spedizione italiana. Nella mattinata spicca però il record mondiale fatto registrare in batteria dalla russa Yulia Efimova: 29:78 il suo crono, migliorato il 29:80 di Jessica Hardy del 7 agosto 2009, in epoca poliuretano.