18 luglio 2019
Aggiornato 06:30

Super Pandev, il Napoli passa in rimonta

Nel giorno dell'esordio di Edu Vargas, ecco che spunta Goran Pandev. Il macedone entra nella ripresa proprio al posto del cileno e, con il Napoli sotto 1-0 contro il Cesena (gol di Popescu) propizia il pareggio di Cavani e siglia il definitivo 2-1

NAPOLI - Nel giorno dell'esordio di Edu Vargas, ecco che spunta Goran Pandev. Il macedone entra nella ripresa proprio al posto del cileno e, con il Napoli sotto 1-0 contro il Cesena (gol di Popescu) propizia il pareggio di Cavani e sigla il definitivo 2-1 che spedisce la squadra di Mazzarri ai quarti di finale contro la vincente della sfida tra Inter e Genoa.

La partita è giocata a buon ritmo, con i partenopei che provano a servire il nuovo arrivato Vargas, che parte da punta centrale. Il Cesena si difende con i denti, proponendo uno schieramento a cinque, e ripartendo veloce con Ghezzal e Rennella. Proprio da un capovolgimento al 20' è un controllo sbagliato di Edu Vargas a liberare al limite dell'area Popescu, che di sinistro batte Rosati per il vantaggio ospite. I partenopei reagiscono, anche se con un po' di confusione: Hamsik non trova la deviazione ravvicinata su cross di Dossena, mentre il sinistro da fuori area di Inler finisce di poco fuori.

Nella ripresa Mazzarri decide di lasciare Vargas negli spogliatoi, inserendo Pandev. La partita cambia: i partenopei sono vivaci, e inizia un vero e proprio assedio alla porta del bravo Ravaglia. Prima Cavani, poi Hamsik, e anche Zuniga provano a perforare il muro cesenate, ma senza successo. Serve un calcio piazzato di Pandev al 65' per il pareggio, con Cavani che si avventa sulla corta respinta di Ravaglia e sigla l'1-1. E a cinque minuti dalla fine è ancora il macedone ex Inter, stavolta direttamente su punizione, a bucare l'estremo difensore per il vantaggio definitivo che fa esplodere il San Paolo.