31 maggio 2020
Aggiornato 07:00
La morte di Simoncelli

Simoncelli, lo sport italiano si ferma un minuto per ricordarlo

Petrucci: «Uno dei giorni più tristi della mia presidenza»

ROMA - Tutto lo sport italiano si ferma per un minuto per ricordare Marco Simoncelli, tragicamente scomparso per un incidente al Motogp della Malesia. Il presidente del Coni, Giovanni Petrucci, ha invitato le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate e gli enti di promozione sportiva a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive, che si disputeranno oggi in Italia, in memoria del pilota.

Oggi è uno dei giorni più tristi della mia presidenza. La tragica scomparsa di Marco Simoncelli mi ha profondamente turbato e sconvolto. La vita è sacra e non si può morire a 24 anni per una gara», ha detto Petrucci che ha seguito in tv «gli attimi fatali». «Ho sperato fino all'ultimo - si legge in una nota - che Marco potesse farcela. Ho visto il dolore e l'angoscia del padre che era lì al suo fianco. In quei momenti mi sono venute in mente le immagini di quando nel 2008 premiammo Marco al Coni con il Collare d'Oro e poi quando l'ho visto il mese scorso al Quirinale in occasione dell'apertura dell'anno scolastico: era un ragazzo solare, entusiasta, con una grande vitalità. Oggi invece tutti noi siamo in lacrime per lui e ci stringiamo attorno alla sua famiglia piangendo la morte di un campione. Una morte inconcepibile - conclude - che ha lasciato attonito tutto lo sport italiano. E per questo ho deciso che fossero tutti gli sport oggi ad onorarlo con un minuto di raccoglimento».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal