23 ottobre 2019
Aggiornato 20:30

Anelka non si allena, forse già cacciato via

Il vicepresidente della federazione francese pretende le sue scuse o sarà escluso

KNYSNA - Francia al lavoro, ma senza Nicolas Anelka. L'attaccante del Chelsea non ha preso parte oggi alla sessione di allenamento dei bleus diretta da Raymond Domenech, per quella che appare un'esclusione dopo i pesantissimi insulti rifilati dal giocatore al commissario tecnico giovedì sera nell'intervallo del match perso poi per 2-0 contro il Messico.

Questa mattina L'Equipe riportava in prima pagina la sequela di insulti con la quale Anelka risponde alle indicazioni tattiche del suo allenatore e ovviamente intorno alla squadra è esplosa la bufera. Ieri, quindi prima che le sue frasi fossero riportate dai giornali, Anelka si era allenato regolarmente. Il vice presidente della federcalcio francese Christian Teinturier crede che in questo caso siano necessarie delle scuse da parte di Anelka, altrimenti sarà giusto cacciarlo dalla squadra, «Se effettivamente ha detto quelle parole, per lui qui non ci deve essere più spazio», ha detto Teinturier. «Non riesco nemmeno a capire come sia stato possibile permettergli di allenarsi ieri. O si scusa o va via e non indossa più questa maglia».

La Francia (un punto in classifica nel Gruppo A come il Sudafrica, come noto, è ormai praticamente eliminata, visto che Messico e Uruguay, al comando con 4 punti, pareggiando lo scontro diretto di martedì prossimo avanzerebbero a braccetto agli ottavi di finale.