15 ottobre 2019
Aggiornato 17:30

Quando Anelka insultò Domenech...

Lo rivela L'Equipe, l'alterco dopo la fine del primo tempo

PARIGI - Che nello spogliatoio della nazionale francese non tirasse buon sangue si era già capito da tempo, ma secondo il quotidiano sportivo l'Equipe nell'ultima e non certo esaltante partita dei Bleus non sono mancato gli insulti fra allenatore e giocatori. E il giornale oggi mette in copertina la rivelazione, come a suggellare la sorte della squadra a un passo dall'eliminazione.

Protagonisti dell'episodio, accaduto nell'intervallo, sono stati Nicolas Anelka e Raymond Domenech, reo di aver impartito al suo deludente centravanti alcune indicazioni di ordine tattico, chiedendogli di non ritornare troppo in copertura e di rimanere più vicino alla porta avversaria. Di fronte ai dubbi del giocatore, Domenech avrebbe minacciato di sostituirlo. Per tutta risposta Anelka avrebbe allora risposto «vai a fare in culo, sporco figlio di puttana», un'espressione che oltretutto pare denotare un rancore ormai cementato. «Ok, allora esci», avrebbe concluso l'allenatore mettendo fine alla burrascosa dialettica in modo forse più dignitoso che carismatico.

Nel secondo tempo infatti a scendere sul terreno di gioco è stato André-Pierre Gignac e dal pareggio iniziale la Francia è precipitata allo 0-2 finale. Anelka - scartato dai 22 nelle tre edizioni precedenti - aveva dichiarato alla notizia di essere stato incluso nella selezione di «non aver mai avuto come obbiettivo nella vita di giocare un Mondiale»: Domenech avrebbe forse gradito essere avvertito prima.