10 dicembre 2018
Aggiornato 10:00

Cani anziani: gli esercizi e le terapie che li aiutano a stare meglio

La dottoressa Francesca Bussi spiega a Diario Salute TV come migliorare la qualità della vita dei cani anziani con esercizi, fisioterapia e tapis roulant in acqua.

Sempre più spesso ci vengono portati in fisioterapia cani anziani – racconta la dottoressa Francesca Bussi, medico veterinario e direttore sanitario di Qua La Zampa Fisio. L’obiettivo, in questo caso, è quello di togliergli principalmente il dolore che è causato dalla vecchiaia e quindi da artrosi. In questo modo si può far vivere ai nostri amici animali gli ultimi anni di vita nel miglior modo possibile.

I macchinari che si possono utilizzare
«Una seduta tipica per un cane geriatrico consiste nell’utilizzo di agopuntura o macchinari come la Tecarterapia, la Diatermia o la magnetoterapia che hanno lo scopo di ridurre il dolore. In concomitanza si possono far eseguire degli esercizi specifici di stretching perché spesso hanno problematiche nella deambulazione, nel sollevarsi o salire e scendere le scale.

Idroterapia canina
«In ultima analisi vengono fatte fate anche delle sessioni di lavoro in acqua di idroterapia. Il nuoto vero e proprio, di contro, non è consigliato a un soggetto anziano come potrebbe essere il cane che potere vedere nel video, dell’età di sedici anni. Il lavoro migliore che si può far svolgere è quello del tapis roulant in acqua dove, sfruttando proprio la galleggiabilità dell’acqua, andiamo a far lavorare solo le masse muscolari e non articolari. Si ottiene in questo modo un esercizio totalmente sicuro per il cane.

Non c’è limite di età
«Abbiamo messo nel tapis roulant in acqua anche cani di venti o ventun anni. Quindi è un lavoro perfettamente sicuro. Il cane anziano ha, inaspettatamente, dei tempi di reazione velocissimi quindi non è assolutamente vero che è troppo anziano per fare certe attività perché spesso reagiscono molto meglio anche dei cani più giovani», conclude la dottoressa Bussi.