26 giugno 2017
Aggiornato 17:00
Medicina ayurvedica

Insonnia e disturbi del sonno: i rimedi ayurvedici che aiutano a combatterli

La dottoressa Behnaz Saber spiega a Diario Salute Tv quali accorgimenti adottare in caso insonnia o sonno alterato

Il buon sonno fa parte di tutti quei comportamenti che noi adottiamo e che vengono chiamati Dynacharya. Il termine si riferisce a ciò che facciamo quotidianamente per arrivare ad avere un equilibrio della nostra costituzione, spiega Behnaz Saber medico chirurgo esperto in medicina ayurvedica.

A ogni costituzione il suo modo di dormire
«Il sonno cambia a seconda della costituzione che abbiamo. Per esempio Vata ha un sonno molto leggero, si sveglia molte volte e in certi casi la notte non dorme bene. Le persone con prevalenza Kapha tendono, invece, a dormire eccessivamente. Dipende anche dall’età: certamente un bambino ha bisogno di molte più ore di sonno rispetto a un anziano», continua la dott.ssa Saber.

Le ore del sonno sono importanti
«Intanto è importantissimo dormire per un certo numero di ore al giorno, ma è altresì fondamentale che questo avvenga nelle ore notturne. Quindi né quando è già sorto il sole, né tantomeno durante il giorno. La cosa peggiore che si può fare è ballare tutta la notte e dormire di giorno.

Le cura ayurvediche per l’insonnia
Per curare l’insonnia si possono adottare molti rimedi. Uno di questi è quello di praticare un buon massaggio ai piedi alla sera o un bagno caldo. Ma anche evitare di andare a letto con la pancia piena dopo magari aver mangiato troppo. E se tutti questi piccoli accorgimenti non fossero sufficienti, ci si può affidare ai tanti rimedi ayurvedici a base di erbe che possono essere adottati. Anche in questo caso, però, i rimedi vanno scelti attentamente in base alla propria costituzione.