15 dicembre 2018
Aggiornato 10:30

Tumore al seno, 52.800 nuovi casi nel 2018 in Italia. Ma esistono nuove armi per combatterlo

Le diagnosi di cancro al seno aumentano di anno in anno. L'Aiom, ci sono nuove armi efficaci, ma attenzione a stili vita.
Tumore al seno
Tumore al seno (otnaydur | shutterstock.com)

Nonostante le Campagne d’informazione, i consigli per stili di vita più sani e gli screening dedicati alla prevenzione, il tumore della mammella è diventato il più frequente in Italia: nel 2018 sono stimati 52.800 nuovi casi (erano 51.000 nel 2017). Seguono il cancro del colon-retto (51.300, erano 53.000 nel 2017), che lo scorso anno era il più diagnosticato e del polmone (41.500, erano 41.800 nel 2017).

Migliora la sopravvivenza
Le percentuali di sopravvivenza nel carcinoma della mammella stanno migliorando in maniera significativa. Oggi sono disponibili molte armi per affrontare la malattia, dalla chemioterapia all’ormonoterapia alle terapie mirate, fino all’immunoterapia. Senza dimenticare il ruolo fondamentale della prevenzione che va dagli stili di vita sani, all’adesione agli esami di screening. Ma sono ancora troppo poche le donne in Italia che seguono uno stile di vita sano, anche dopo la malattia.

Il convegno
L’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) dedica al carcinoma mammario un convegno nazionale che si svolgerà il 26 e 27 ottobre a Roma. Venerdì 26 ottobre alle 12:30 a Roma all’Hotel NH Collection Roma Centro (Via dei Gracchi 324) si svolgerà la conferenza stampa ufficiale del convegno in cui interverranno, fra gli altri, Stefania Gori (presidente nazionale AIOM) e Alessandra Fabi (Oncologia Medica 1 dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma).