21 ottobre 2018
Aggiornato 00:00

Uova fresche richiamate per presenza di salmonella. Non consumatele!

Il Ministero della Salute predispone il ritiro dal mercato di un lotto di uova fresche di galline allevate a terra per presenza di salmonella
Uova fresche
Uova fresche (Krasula | shutterstock.com)

Ennesimo richiamo di prodotti alimentari contaminati. Questa volta tocca alle uova fresche di gallina, allevata a terra, della ditta Azienda Agricola ‘Bosi Luigi’ di Bosi Costanza - Corfinio (AQ).
Il motivo del richiamo è la presenza del pericoloso batterio Salmonella enteritidis, che costituisce un rischio biologico. Motivo per cui se n’è disposto il ritiro dal mercato con effetto immediato.

Il lotto contaminato
A essere contaminato è il lotto con data di scadenza 2/11/2018, e il marchio di identificazione dello stabilimento/del produttore è IT X8HOM CE. La confezione di uova fresche da galline allevate a terra è quella da 6 unità. I cittadini sono invitati a non consumare il prodotto, ma a riportarlo al punto vendita dove si è eventualmente acquistato per ottenere il rimborso o la sostituzione del prodotto. Attenzione dunque alle uova che avete in casa.

La presenza di salmonella e le precauzioni
Nelle uova e nei prodotti avicoli in genere – specie i polli – la presenza di salmonella e altri batteri patogeni è purtroppo divenuta una costante – Si stima che la quasi totalità del pollame sia infetto. Quando si acquista un pollo, sue parti o un prodotto avicolo in genere, è sempre bene maneggiarlo con cura – magari utilizzando dei guanti – cuocerlo a dovere e ripulire e disinfettare molto bene tutte le superfici cui è venuto in contatto, compresi gli utensili da cucina utilizzati. La contaminazione da parte di certi batteri – compresi quelli resistenti – è sempre da evitare. Il rischio è sempre in agguato e le conseguenze possono essere anche gravi.