25 febbraio 2024
Aggiornato 14:00
Rischio tumori

Se il tuo pene è curvo rischi di ammalarti di cancro

Gli uomini che hanno il pene curvo hanno un maggiore rischio di sviluppare un cancro. Lo suggerisce un nuovo studio del Baylor College of Medicine di Houston che ha trovato un collegamento con la Induratio Penis Plastica (IPP), detta anche malattia di Peyronie

Attenzione ai problemi come la fibrosi
Attenzione ai problemi come la fibrosi Foto: Shutterstock

STATI UNITI – Gli scienziati del Baylor College of Medicine di Houston hanno condotto uno studio in cui emerge un collegamento tra l'incurvamento del pene, con la Induratio Penis Plastica (IPP), detta anche malattia di La Peyronie o fibrosi del pene e il rischio di sviluppare il cancro dei testicoli, il cancro allo stomaco o il cancro della pelle o melanoma. In particolare, il rischio molto elevato aumenta del 39% per il cancro ai testicoli, del 42% per quello allo stomaco e del 20% per il melanoma. Il collegamento tra la condizione e il rischio cancro è stato scoperto per la prima volta con questo studio, e suggerisce che gli uomini con questa condizione dovrebbero sottoporsi a controlli periodici per evitare di scoprire troppo tardi di essersi ammalati di cancro.

La prima volta
Come accennato, lo studio ha per la prima volta osservato un collegamento tra l'incurvatura del pene dovuta alla fibrosi o malattia di La Peyronie e il rischio cancro. I ricercatori ritengono che gli uomini che presentano questi disturbi non diano per scontato che il danno si limiti alla difficoltà di avere un'erezione normale, dato che la fibrosi la rende dolorosa, così come avere rapporti completi. Ma questi pazienti dovrebbero sottoporsi a degli screening regolari al fine di evidenziare se è in atto lo sviluppo di un tumore. Al momento la medicina non sa spiegare come si sviluppi la malattia di La Peyronie, tuttavia esistono dei farmaci iniettabili, come per esempio lo Xiaflex, che può 'sciogliere' la placca dovuto allo sviluppo di tessuto cicatriziale attorno ai corpi cavernosi del pene. Le curvature che provoca la malattia sono progressive e dolorose. Sia il grado che l'ampiezza della curvatura varia a seconda dei casi, spesso l'organo si curva verso l'esterno, ma anche verso l'alto. La malattia di Peyronie colpisce con più frequenza gli uomini dai 40 ai 60 anni di età. A questa condizione spessi si accompagna anche la disfunzione erettile, che interessa almeno il 50% dei maschi con la fibrosi.

Lo studio
Per questo studio i ricercatori hanno analizzato le condizioni di 48mila uomini con la malattia di La Peyronie e circa 1 milione di uomini con disfunzione erettile. I ricercatori hanno così scoperto che vi era un collegamento tra le due condizioni e il rischio di cancro. I risultati dello studio sono stati presentati all'American Society for Reproductive Medicine e mostrano come vi sia una relazione genetica alla predisposizione si tumori urologici, che si può tramandare di padre in figlio. «Penso che questo sia importante perché queste condizioni sono ampiamente date per scontate», ha commentato il dottor Alexander Pastuszak, principale autore dello studio. Il dottoro Pastuszak ritiene che la condizione condivida un percorso molecolare comune con la malattia di Dupurytren, una deformità della mano, con il morbo di Ledderhose che causa un ispessimento del tessuto dei piedi.