Tatuaggi agli occhi

Sbagliano il tatuaggio e alla donna scendono continuamente lacrime viola

Una donna si reca in un centro specializzato per un tatuaggio, ma l’inchiostro viene miscelato male e continuano a uscire lacrime di colore viola. Ecco tutti i danni di una pratica estrema

Tatuaggio del bulbo oculare a Catt
Tatuaggio del bulbo oculare a Catt (Screenshot dal profilo di Instagram)

Di tutto ci si può aspettare da un tatuaggio. Ma tra gli effetti collaterali, le lacrime viola non era ancora contemplate. Eppure la strana moda di effettuare tatuaggi a livello oculare da tempo viene sconsigliata dai medici. Evidentemente c’è qualcuno che lo fa lo stesso e, a quanto pare, non tutti gli interventi finiscono nel migliore dei modi.

Meglio pensarci due volte
La brutta esperienza è toccata a una giovanissima donna (e modella) canadese di nome Catt Gallinger. Dopo essere rimasta praticamente sfigurata a seguito di un tatuaggio effettuato sul bulbo oculare, Gallinger lancia un appello a chiunque voglia sottoporsi a tale pratica: meglio pensarci due volte (se non tre), valutando tutti i rischi del caso. «Siate cauti su chi interviene su di voi e fate le vostre ricerche. Non voglio che questo capiti ad altri».

Non ci vede più
La povera ragazza non solo continua a piangere lacrime di colore viola, ma pare aver perso parte della vista all’occhio sinistro. La sua visione, infatti, è completamente sfocata. Quando ha scelto di farsi tatuare l’occhio pensava di «sentirsi più a casa nel proprio corpo», ma mai avrebbe immaginato un simile effetto collaterale.

La vicenda
La ragazza di appena 24 anni, aveva scelto di farsi tatuare il bulbo oculare di colore rosa. A quanto pare, però, l’inchiostro non era ben diluito e subito dopo la pratica la ragazza ha accusato forti fastidi. Decide così di recarsi all’ospedale ma i medici le prescrivono solo un antibiotico e la rimandano a casa.

Non è finita qui
La ragazza ha raccontato a Metro la presenza continua di lacrime, ma soprattutto di lacrime color viola. Casualmente la tonalità ricordava un po’ troppo l’inchiostro non diluito. Ma nonostante si sia recata da medici piuttosto velocemente i danni ormai erano fatti. «Sono stata ricoverata tre volte, ho fatto diversi cicli di antibiotico e sono arrivata a perdere parte della vista», racconta la donna. La 24enne ha anche spiegato il suo calvario: inizialmente l’occhio ha cominciato a chiudersi, i dottori le hanno dato steroidi per alleviare i sintomi. Ma il tatuaggio, al momento della solidificazione, si è ancorato alla cornea danneggiando irrimediabilmente la vista.

Una speranza?
Purtroppo Catt ha poche speranze che tutto torni come prima, nonostante il gonfiore e il dolore siano diminuiti. Un piccolo miraggio che le cose possano cambiare proviene solo dalla chirurgia laser che – forse – potrebbe in parte riparare i danni. La buona notizia è che sta un po’ meglio: lo ha dichiarato recentemente in uno dei suoi video: «l'occhio si è sgonfiato e sento meno dolore, ma non ho ancora recuperato completamente la mia vista e vedo ancora tracce di colore».