Colpo di calore

Colpo di calore: ecco come riconoscerlo dai primi sintomi. I rimedi e le cure

Tutti i sintomi che si manifestano in seguito a un colpo di calore. I rimedi d’emergenza e quelli preventivi: alimentazione e precauzioni da seguire

Colpo di calore sintomi
Colpo di calore sintomi (Chombosan | Shutterstock)

Il caldo degli ultimi giorni ha messo a serio rischio la nostra salute. Nonostante le persone più colpite siano bambini e anziani, chiunque può scontrarsi faccia a faccia con un il cosiddetto colpo di calore. Ecco come riconoscerlo dai primi sintomi e intervenire immediatamente per evitare spiacevoli conseguenze.

Giramenti di testa
È il sintomo più comune che, spesso, si manifesta prima di tutti gli altri. Accade perché il calore continuo ed eccessivo non riesce ad essere smaltito facilmente dall’organismo. Il nostro corpo, in condizioni normali, adotta tutta una serie di stratagemmi per riportarlo a una temperatura ottimale. Il primo è la sudorazione, abbinato a una maggiore frequenza cardiaca e respiratoria. Tuttavia, se le temperature elevate non si abbassano per giorni, neppure di notte, è possibile che il super lavoro a cui è costretto l’organismo non sia sufficiente a contrastare l’ondata di calore. Ed è così che cominciano a manifestarsi chiari segni di ipertermia a livello dei tessuti cerebrali: vertigini, mal di testa o senso di confusione.

Crampi muscolari
Tensione e crampi muscolari si manifestano con molta frequenza in seguito a calore eccessivo. A differenza delle vertigini non si tratta di un avvertimento imminente. Ma è il chiaro segno che il corpo comincia ad avere scarsità di minerali. Meglio reintegrarli velocemente prima che si manifestano avvisaglie più gravi.

Debolezza
Sole e caldo possono provocare drastici abbassamenti di pressione, portando il soggetto ad accusare una debolezza costante. Ma non solo: questo sintomo potrebbe anche indicare una riduzione di elettroliti, in entrambi i casi è necessario prendere provvedimenti per contrastare il caldo.

Nausea e vomito
La continua debolezza potrebbe dar luogo a una sorta di nausea persistente. Mentre ore e ore passate al caldo potrebbero ridurre la capacità digestiva, portando – nei casi più seri – al vomito. Per tale ragione è consigliabile non eccedere con il cibo nelle giornate estremamente calde. Grigliate comprese.

Disidratazione
Arsura, secchezza delle mucose, stitichezza, scarsità di urina…sono tutti sintomi che indicano una disidratazione in atto. Sintomo che il corpo sta sudando in maniera eccessiva per riuscire a contrastare il caldo. Il lato negativo è che quando compaiono i primi segnali della disidratazione l’organismo potrebbe stoppare la secrezione di sudore con conseguenze decisamente negative sulla nostra salute.

Dermatiti
In alcuni casi si possono evidenziare dei punti rossi sulla nostra pelle. È probabile, in questo caso, che i follicoli siano infiammati: forse siamo troppo vestiti rispetto al calore del momento. Oppure indossiamo abiti sintetici che non ci permettono di far respirare la cute. È importante, quindi, cercare di scegliere abiti adatti che facciano espellere il sudore in maniera corretta. I materiali migliori sono il cotone e il lino.

Le complicazioni da colpo di calore
Se non si interviene velocemente in presenza di colpo di calore, si possono evidenziare vere e proprie emergenze mediche. Tra queste danni muscolari, renali, cardiaci, epatici e polmonare. Nei casi più gravi si può verificare insufficienza renale, coagulopatia, stress respiratorio e danni cerebrali permanenti.

Quando rivolgersi al pronto soccorso
Se i sintomi sono particolarmente marcati, la prima cosa da fare è chiamare un’ambulanza o recarsi al pronto soccorso. Qui verranno eseguiti esami del sangue ed, eventualmente, flebo con elettroliti e terapia mirata in caso di danni agli organi.

Come intervenire
In altri casi è essenziale cercare di mantenere idratato l’organismo consumando spesso acqua minerale con alto contenuto di Sali minerali. Potrebbe anche essere necessario assumere alcuni integratori alimentari a base di magnesio, potassio e creatina. Se si avvertono giramenti di testa o confusione mentale, è bene chiamare aiuto, bere immediatamente e spostarsi in un’area fresca. Può essere d’aiuto anche rinfrescarsi con applicazioni di ghiaccio su fronte, mani e piedi. Ottime anche le applicazioni con pezze di stoffa imbibite di acqua gelata.

Le precauzioni
Per evitare il colpo di calore è importante uscire di casa solo nelle ore meno calde: dalle 7.00 alle 11.30 e dalle 16.30 in poi. Dopodiché ci si deve alimentare solo con cibi leggeri, soprattutto verdure e frutta. Ottimi gli estratti e i centrifugati da bere durante il giorno: aiutano a reidratare il corpo fornendo i giusti Sali minerali. Infine, è essenziale indossare solo abiti leggeri rigorosamente di cotone evitando quelli sintetici che aumentano eccessivamente la sensazione di calore.