20 febbraio 2019
Aggiornato 08:00
Alimentazione e salute

Gli energy drink possono spappolare il fegato. Un uomo ricoverato con epatite acuta

Bere troppi energy drink, anziché tirare su danneggiano il fegato in modo grave. È accaduto a un muratore americano ricoverato in ospedale con il fegato spappolato. Il problema sono gli ingredienti.

Energy Drink, possono danneggiare seriamente il fegato
Energy Drink, possono danneggiare seriamente il fegato Shutterstock

NEW YORK – Avere il fegato a pezzi a causa degli energy drink. È accaduto a un muratore statunitense ricoverato in ospedale con epatite acuta per aver bevuto troppe bevande energetiche, credendo forse che queste gli avrebbero fatto bene – dandogli quell’energia in più sul lavoro. Il pericolo nascosto negli ingredienti.

Tirano su o…
I cosiddetti energy drink, come suggerisce il nome, dovrebbero dare una marcia in più a chi li assume. Questo sprint sarebbe dato da ingredienti come la caffeina (di cui in genere sono molto ricchi), la taurina (un aminoacido) e poi zuccheri e altri ancora. Il pericolo, come accaduto proprio all’uomo ricoverato in ospedale, è di divenirne dipendenti e berne in eccesso. E così, alla fine, invece di ‘tirarsi su’ si rischia di finire ko.

Il fatto
A dare notizia dell’accaduto è la rivista scientifica British Medical Journal (BMJ), che riporta il caso di un uomo di 50 anni che ha sviluppato l’epatite acuta «probabilmente a causa di un consumo eccessivo di bevande energetiche». Il paziente è stato ricoverato perché accusava forti dolori addominali poi accompagnati da nausea e vomito. Inoltre ha iniziato a soffrire di anoressia. Il muratore statunitense pare fosse divenuto un consumatore abituale di energy drink, arrivando a consumarne 4-5 al giorno.

Eccessi
A causare i danni al fegato sarebbe dunque stata l’eccessiva assunzione di una bevanda energetica, di cui non è stata specificata la marca. L’uomo avrebbe assunto, con la bevanda, dosi eccessive di niacina (vitamina B3) rispetto alle dosi giornaliere raccomandate, che sono circa 20 grammi, mentre una lattina di energy drink ne contiene 40 grammi. Se si moltiplica per 4 o 5, la dose assunta diviene davvero troppa.

Il malessere
Il paziente dapprima aveva attribuito i suoi malesseri a un’influenza, tuttavia quando le cose hanno iniziato a complicarsi e all’apparire di sintomi come urine scure, ittero, dolori, vomito e così via, il sospetto che non si trattasse di influenza lo ha spinto a chiedere aiuto al medico. La biopsia eseguita sul fegato ha rivelato che si trattava di un’epatite acuta, causata con tutta probabilità proprio dagli energy drink. Non a caso, infatti, solo negli Usa il 50% dei danni al fegato sono provocati dall’assunzione di integratori e bevande energetiche. «Con il mercato degli energy drink in continua espansione, i consumatori dovrebbero essere coscienti dei potenziali rischi dei singoli ingredienti», avvertono gli autori dell’articolo. In altre parole, attenzione a non rovinarsi la salute per sempre soltanto perché si crede si possano ottenere miracoli da bevande come queste.