20 febbraio 2020
Aggiornato 11:30
Salute

Scoperti 15 integratori che possono mettere a rischio cancro, infarto e danni a fegato e reni

Diversi integratori che si trovano comunemente in vendita, anche online, secondo un’indagine possono mettere a serio rischio la salute, ed esporre le persone a malattie come il cancro, eventi come l’infarto e danneggiare organi vitali come fegato e reni

STATI UNITI – La nota rivista e organizzazione Consumer Report ha condotto un’indagine sugli integratori comunemente venduti, anche online. Gli esperti hanno scoperto che questi prodotti, considerati ‘naturali’, contendono ingredienti pericolosi che possono far aumentare il rischio di cancro, arresto cardiaco (o infarto) e danneggiare gravemente organi come fegato e reni, nonché essere causa di morte.

Possono anche causare la morte
Gli esperti di Consumer Report, aiutati da medici e ricercatori, hanno analizzato i più diffusi integratori identificando 15 ingredienti che possono comportare seri rischi per la salute dei consumatori e causare anche la morte. Tra gli ingredienti che sono stati trovati a rischio c’è per esempio il yohimbe, detto anche il ‘viagra verde’ poiché a base di erbe, e indicato per il trattamento della mancanza di libido e della disfunzione erettile. Secondo quanto emerso dall’analisi, la sostanza può causare convulsioni, problemi al fegato e ai reni e anche la morte. C’è poi l’estratto di tè verde in polvere, che viene utilizzato per la perdita di peso. Questo può, tra gli altri, aggravare l’anemia e il glaucoma, danneggiare il fegato ed eventualmente causare la morte. Il Kava viene utilizzato per ridurre l’ansia e l’insonnia, ma si è scoperto che può aumentare il rischio di Parkinson e di depressione, così come causare anch’esso la morte.

I 15 accusati
I risultati dell’indagine hanno anche suggerito che molti degli ingredienti contenuti negli integratori possono interagire con diversi farmaci da banco o prescritti dal medico, come per esempio le statine, l’aspirina e il warfarin. Gli esperti avvertono che il possibile danno causato da questi ingredienti dipende da individuo a individuo e dalle condizioni di salute, così come la quantità e il tempo di assunzione. L’indagine di Consumer Report ha identificato come a rischio i seguenti ingredienti presenti in molti integratori alimentari, per cui prima di acquistarli e assumerli è bene leggere attentamente le etichette e, nel caso, chiedere consiglio al proprio medico.

  • I 15 INGREDIENTI SOTTO ACCUSA
  • Aconitum (aconito)
  • Caffeina in polvere
  • Chapparral
  • Tussilago (Tossilaggine comune)
  • Consolida
  • Camedrio
  • Celidonia maggiore
  • Estratto di tè verde in polvere
  • Kava
  • Lobelia
  • Metilsinefrina
  • Olio di Menta Poleggio o pulegia
  • Lievito di riso rosso
  • Acido Usnico
  • Yohimbe