22 settembre 2020
Aggiornato 12:00
Igiene personale

Ascelle puzzolenti? Ecco alcuni semplici rimedi naturali

Dall’esperto di bellezza i consigli per tenere a bada il cattivo odore sprigionato dalle ascelle. Semplici e casalinghi rimedi naturali alla portata di tutti

INDIA – Il titolare di una clinica di bellezza di Gurgaon, in India, ed esperto in cosmesi suggerisce alcuni trucchi casalinghi fai da te per tenere a bada il cattivo odore emesso dalle ascelle, specie in previsione della stagione calda che porta con sé maggiori possibilità di soffrire di questo problema.

Colpevoli i batteri
Se una persona ‘’puzza’’ in certe zone del corpo non è perché è sporca, ma spesso è un problema causato dai batteri che cibandosi delle secrezioni corporee emettono un cattivo odore. Ecco perché, secondo Divya Ohri, esperto di bellezza e proprietario della Soham Wellness Clinic, è soprattutto qui che bisogna agire.

I suggerimenti
L’esperto, per tutte le persone che hanno problemi di ‘’odori’’ ha alcuni suggerimenti. Eccoli, uno per uno così, come riportato da IANS.

  • Pulizia e igiene: la prima cosa è mantenere una corretta pulizia e igiene delle zone a rischio, come appunto le ascelle. In questo caso, durante la stagione calda – specie se si suda molto – l’esperto consiglia di farsi una doccia anche due volte al giorno. Sotto le ascelle, l’esperto consiglia di usare un sapone neutro o antibatterico (se abusare di quest’ultimo) e acqua tiepida.
  • Usare vestiti naturali: chi soffre di sudorazione eccessiva, ma anche tutti coloro che non vogliono sudare troppo ed essere a proprio agio dovrebbero indossare capi d’abbigliamento in tessuto naturale, per esempio cotone, lino ecc. ed evitare tutti gli indumenti sintetici che favoriscono la proliferazione dei batteri e il cattivo odore. I tessuti naturali favoriscono la traspirazione e riducono il problema del ristagno di umidità.
  • Dieta corretta: anche la dieta è importante per combattere il cattivo odore. Per esempio, l’esperto consiglia di evitare l’assunzione di caffeina, che stimola l’attività delle ghiandole apocrine. Ma altri cibi da evitare, se non si vuole puzzare, sono l’alcol, i grassi saturi, gli zuccheri, i cibi piccanti. Anche il fumo contribuisce al cattivo odore.
  • Regolare il pH: i batteri della pelle, spiega Divya Ohri, non sopravvivono se il pH sulla pelle è basso. Un rimedio casalingo è dunque rendere l’ambiente più ‘’acido’’. Per questo si possono utilizzare l’aceto di sidro di mele, l’amamelide o l’olio essenziale di tea tree (che è anche antibatterico). I rimedi si utilizzano per detergere la pelle e sostituiscono anche i classici deodoranti chimici. Altro rimedio utile in questo caso è il limone: il suo succo può essere impiegato per eliminare i batteri e per combattere il cattivo odore. In più, è rinfrescante. Basta strofinare le ascelle con un limone tagliato a metà. Dopo di che, una volta che sia stato assorbito, ci si può fare la doccia. Il trattamento va ripetuto due volte al giorno.
  • Erbe antibatteriche: secondo l’esperto anche le foglie di Tulsi (detto anche basilico santo) e di Neem sono efficaci contro i batteri della pelle. Con queste due erbe si può preparare una crema da spalmare sotto le ascelle. Si lascia qualche minuto in modo che agisca e poi ci si può fare una doccia. Per ottenere risultati, l’esperto consiglia di ripetere il trattamento almeno tre volte a settimana.