27 settembre 2020
Aggiornato 22:30
Approfondimento: il limone

Dalla prevenzione dell’aterosclerosi all’azione antibiotica: le mille proprietà del limone

Il succo, ma anche la scorza i semi e la polpa. Tutte le proprietà dell’agrume più conosciuto della storia dell’umanità

È tra i frutti più antichi del pianeta, simbolo per eccellenza del calore di madre terra. Se ne conoscono le virtù terapeutiche fin dai tempi della Mesopotamia, ma il suo nome proviene dalla antica magica Persia: لیمو (Limu). Un tempo era l’alimento sacro, un vero e proprio antidoto contro i veleni. E, ovviamente, immancabile ai tempi degli antichi Egizi che lo usavano per imbalsamare le mummie. In sostanza è probabilmente l’agrume più studiato della storia: non a caso vanta migliaia di virtù salutari pluri-sperimentate. Ecco alcune delle proprietà più conosciute – se volessimo elencarle tutte non ci basterebbe un intero libro.

Le sostanze che rendono il limone una panacea
Il limone è ricchissimo di sostanze terapeutiche e nutrizionali. Il suo suco contiene mediamente il 7 per cento di acido citrico, ma anche acido malico, citrati di calcio e potassio. Racchiude anche componenti attivi ad azione fortemente battericida come il limonene e il pinene. I suoi zuccheri sono altamente assimilabili: fruttosio, glucosio e saccarosio. È ricco di vitamine, in particolare del gruppo B che svolgono una buona azione riequilibrante sul sistema nervoso: B1, B2, B3 e PP. Quest’ultima è considerata molto importante per la prevenzione cardiovascolare. Ma non mancano neppure quelle antiossidanti come la vitamina C e A. Infine, non si possono non citare i suoi Sali minerali: calcio, ferro, fosforo, silice, manganese e rame.

Riduce il colesterolo e protegge dall’aterosclerosi
Il limone è considerato uno dei più importanti rimedi per la protezione cardiovascolare. Riduce il colesterolo LDL, aumentando l’HDL, e svolge una vera e propria azione di ‘‘pulizia’’ delle arterie, scongiurando il rischio di aterosclerosi. Una ricerca del 2001, ha messo in evidenza come il limone, in particolare il suo olio, sia un ottimo rimedio per ridurre l’ossidazione del colesterolo causa più frequente dell’aterosclerosi. «È stato dimostrato che l’olio di limone e particolarmente uno dei suoi componenti, il gamma-terpinene, rallentando efficacemente l’ossidazione delle LDL. Questo effetto è indipendente dalla stabilità dell’alfa-tocoferolo delle LDL, mentre la perdita di carotenoidi durante l’ossidazione è fortemente ritardato», scrivono i ricercatori.

Abbassa la pressione sanguigna
Il limone è fondamentale anche per ridurre l’ipertensione. Uno studio condotto nel 2014 [2] e pubblicato sul prestigioso Journal of Nutrition and Metabolism, mette in luce le virtù del succo di limone nei confronti della pressione arteriosa. Dai risultati è emerso che c’è un netto miglioramento della pressione diastolica e sistolica con una «correlazione significativamente positiva con i globuli rossi».

Inibisce le cellule cancerogene
Durante una ricerca [3] pubblicata ad agosto del 2015, si è potuto evidenziare come le nanovescicole del limone siano in grado di indurre l’apoptosi (morte) delle cellule cancerogene. L’estratto è stato ottenuto attraverso il processo di ultracentrifugazione, dando luogo a nanovesciocle delle dimensioni di circa 50-70 nanometri. «Utilizzando un approccio in vitro, abbiamo dimostrato che nanovescicole isolate inibiscono la proliferazione delle cellule tumorali in diverse linee cellulari tumorali, attivando una morte cellulare per apoptosi. Inoltre, abbiamo dimostrato che le nanovescicole del limone sopprimono la crescita tumorale in vivo in modo specifico raggiungendo il sito del tumore e attivando processi cellulari apoptotici. Nel complesso, questo studio suggerisce la possibilità di utilizzare le nanovescicole vegetali commestibili come un approccio possibile nel trattamento del cancro».

Protegge lo stomaco e riduce la pirosi gastrica
Il limone è da sempre utilizzato contro il bruciore di stomaco. La credenza popolare è stata confermata da alcuni studi che hanno potuto accertare come il succo di limone, a contatto con la nostra saliva, si trasforma in carbonato di calcio, uno noto componente antiacido. Un po’ di succo di limone al termine dei pasti può essere un ottimo metodo per ridurre l’acidità di stomaco. Una ricerca del 2011 ha potuto evidenziare come l’olio essenziale di limone abbia anche effetti gastro protettivi in caso di ulcera gastrica. Alcuni suoi principi attivi isolati come il pinene non hanno ottenuto gli stessi risultati [4]. 

  • Un suggerimento: per ottenere più succo dalla spremitura dei limoni è bene metterli in acqua tiepido-calda per 10 minuti prima dell’uso.

È un forte antibatterico
Il succo di limone, e ancora di più l’olio essenziale contenuto nella sua scorza, ha dimostrato di avere un potente effetto battericida. Per ottenere un solo chilogrammo di tale olio è necessario adoperare ben tremila limoni. Dai risultati degli studi di Morel e Rochaix si è potuto dimostrare che i vapori derivanti dalla sua essenza sono in grado di neutralizzare il meningococco in 15 minuti, il bacillo di Eberth in un’ora, lo Stafilococco aureo in 2 ore e il pneumococco in tre ore. È buona regola, quindi aggiungerlo ad alimenti potenzialmente pericolosi come ostriche e cozze [5].

Depura l’organismo e stimola la diuresi
Il succo di limone è considerato un eccellente depurativo, in particolare del fegato. Inoltre, migliora la circolazione sanguigna e linfatica e stimola la diuresi. A tale scopo si può bere un po’ di succo di limone la mattina a digiuno in mezzo bicchiere di acqua minerale naturale tiepido-calda. Questo semplice metodo è anche utile per diminuire gli acidi urici. In tal caso possono essere aggiunti alla bevanda alcuni semi di sedano che ne potenziano l’effetto.

Aiuta a ridurre il peso e la cellulite
Il succo di limone consumato ogni giorno insieme a un paio di litri di acqua aiuta a ridurre il peso, eliminare i grassi in eccesso e ridurre la cellulite. Per quest’ultimo scopo si possono aggiungere alcune gocce di olio essenziale in un po’ di olio di mandorle dolci e massaggiare gli arti inferiori, partendo dalle caviglie per arrivare fino all’inguine.

Rinfresca l’organismo e remineralizza
Nei climi caldi è immancabile la classica «limonata». Il succo di limone, diluito in acqua aiuta l’organismo a raffreddarsi meglio riportando il normale apporto di Sali minerali all’organismo. In alcuni Paesi asiatici aggiungono anche un pizzico di sale per potenziarne l’effetto.

Per raffreddore e sinusiti
Il famoso medico francese Jean Valnet, consigliava di instillare alcune gocce di limone nelle narici in caso di sinusite. In alternativa, a scopo preventivo, si può assumere del succo di limone insieme a un po’ di acqua: riduce il rischio di attacchi virali.

Come vermifugo naturale
Un altro rimedio consigliato da Valnet è quello di mettere nel frullatore la scorza, la polpa e i semi del limone. Si lascia il tutto macerare in acqua, quindi si filtra e si aggiunge del limone. Per potenziare l’effetto si può aggiungere anche uno spicchio di aglio. I rimedi vermifughi andrebbero sempre assunti durante la luna calante.

Contro afte e stomatiti
Un semplice rimedio per eliminare più velocemente afte e stomatiti è quello fare degli sciacqui con succo di limone e propoli al 35 per cento.

Riduce le rughe, l’acne e dona un colorito uniforme
Passare la scorza di limone con una buona quantità di parte bianca presente all’interno è un ottimo rimedio per avere una pelle più bella, uniforme e libera da acne e brufoli. Per le pelli mature, invece, è necessario creare un’emulsione temporanea di olio e succo di limone da passare sul viso fino ad assorbimento. Il succo, con l’aggiunta di un pizzico di sale, aiuta a schiarire le lentiggini.

Per denti bianchi e puliti
Un metodo molto semplice per rendere i denti più bianchi e liberi dall’attacco dei batteri è quello di spazzolarli, almeno una o due volte a settimana, con del succo di limone. Per rinforzare le gengive si può passare sopra la parte bianca della scorza.

Per rinforzare le unghie
Per rendere le unghie forti, basta spennellarle ogni giorno con un po’ di olio di sesamo a cui sono state aggiunte alcune gocce di olio essenziale di limone.

[1] Arzneimittelforschung. 2001 Oct;51(10):799-805. Antioxidative effects of lemon oil and its components on copper induced oxidation of low density lipoprotein. Grassmann J1, Schneider D, Weiser D, Elstner EF.

[2] J Nutr Metab. 2014; 2014: 912684. Published online 2014 Apr 10. doi:  10.1155/2014/912684. Effect on Blood Pressure of Daily Lemon Ingestion and Walking  Yoji Kato, 1 ,* Tokio Domoto, 1 Masanori Hiramitsu, 2 Takao Katagiri, 2 Kimiko Sato, 1 Yukiko Miyake, 1 Satomi Aoi, 1 Katsuhide Ishihara, 1 Hiromi Ikeda, 1 Namiko Umei, 1 Atsusi Takigawa, 1 and Toshihide Harada 1

[3] Oncotarget. 2015 Aug 14;6(23):19514-27. Citrus limon-derived nanovesicles inhibit cancer cell proliferation and suppress CML xenograft growth by inducing TRAIL-mediated cell death. Raimondo S1, Naselli F1, Fontana S1, Monteleone F1, Lo Dico A1, Saieva L1, Zito G2, Flugy A1, Manno M3, Di Bella MA1, De Leo G1, Alessandro R1.

[4] Chem Biol Interact. 2011 Jan 15;189(1-2):82-9. doi: 10.1016/j.cbi.2010.09.031. Epub 2010 Oct 8. Gastroprotective mechanisms of Citrus lemon (Rutaceae) essential oil and its majority compounds limonene and β-pinene: involvement of heat-shock protein-70, vasoactive intestinal peptide, glutathione, sulfhydryl compounds, nitric oxide and prostaglandin E₂. Rozza AL1, Moraes Tde M, Kushima H, Tanimoto A, Marques MO, Bauab TM, Hiruma-Lima CA, Pellizzon CH.

[5] Jean Valnet – Cura delle malattie con ortaggi, frutta e cereali – Giunti Editore