18 gennaio 2020
Aggiornato 08:00
Ritocchini intimi

Re-vagination, il ringiovanimento delle parti intime sempre più chiesto dalle over 40

E' sempre più di moda tra le donne il ritocchino intimo, per ringiovanire la vagina. E' la "re-vagination" con il laser, sviluppata in Italia

Ritocchino alla vagina, sempre più richiesto
Ritocchino alla vagina, sempre più richiesto Shutterstock

ROMA - Quando si pensa al "ritocchino" il pensiero va subito a naso, bocca, seno... Ma ornai questi pare siano superati perché la moda tra le donne sotto i 40 è il cosiddetto "re-vagination", il ritocchino intimo.

Un desiderio tutto femminile
L'ultima frontiera della medicina al femminile vede come protagonista la sfera dell'intimità, all'insegna della riscoperta del benessere che sempre più donne desiderano per sé e per la propria vita di coppia. Il 26 per cento delle italiane over 40 desidera infatti sottoporsi a un intervento di 'Re-Vagination', metodologia innovativa che permette di migliorare la funzionalità, il benessere e l'aspetto estetico delle proprie parti intime. Una tendenza nata in Italia e che sta spopolando tra le donne di tutto il mondo.

Sarebbe per l'atrofia vaginale
I problemi e i sintomi causati dall'atrofia vaginale possono insomma essere trattati in modo delicato, preciso e senza tempi di convalescenza. Le più sensibili a questa tendenza al nord Italia sono in testa le milanesi (25%), seguite al centro dalle romane (17%) e al sud dalle donne napoletane (13%), principalmente manager e impiegate (60%) e casalinghe (28%) nella fascia 40-60 anni (75%).

I numeri del ritocchino intimo
I dati sono il risultato di uno studio condotto da Quanta System Observatory effettuato con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su circa 1.500 italiane di età compresa tra i 18 e i 65 anni: tra le prime posizioni degli interventi desiderati dalle donne italiane spiccano quelli alle loro parti intime (26%), spinte da motivazioni sia di natura medica (67%) sia di natura psicologica (59%) e principalmente per sentirsi meglio, più seducenti e femminili (77%) e per riaccendere il feeling sensuale con il proprio partner (72%).

Sempre più donne
«Sempre più donne si affidano al trattamento vaginale, solo nel 2012 in Italia c'è stato un incremento del 24% e il trend è in costante aumento - afferma lo specialista in chirurgia plastica Paolo Mezzana, responsabile dell'ambulatorio di dermatologia oncologica dell'USI "Marco Polo" di Roma - : l'intervento infatti migliora la qualità dei tessuti e concede alle donne uno stato di benessere esteso anche alla vita sessuale nella terza età. Non si tratta di un semplice ringiovanimento, ma di un vero e proprio benessere intimo. I trattamenti laser del canale vaginale vengono richiesti principalmente da donne tra i 45 e i 55 anni che spesso hanno avuto gravidanze multiple o sono entrate in menopausa. Sono generalmente donne di alto livello culturale, impegnate professionalmente e con famiglia».

Colpa della menopausa
L'atrofia vaginale, causata anche dal sopraggiungere della menopausa, consiste nella perdita del naturale spessore del collagene del tessuto vaginale: in particolare con la diminuzione di estrogeni durante la menopausa si verifica un processo d'invecchiamento dei genitali femminili noto come atrofia vulvo-vaginale con diminuzione della lubrificazione, dolore durante i rapporti sessuali e alterazioni del PH vaginale. «I miglioramenti - chiarisce Mezzana - riguardano anche l'incontinenza urinaria di tipo lieve, uno dei problemi più invalidanti socialmente». Solitamente il trattamento, effettuato con uno speciale sistema laser, prevede da una a 4 sedute distanziate da 30 a 60 giorni e poi 1 o 2 sedute annuali per il mantenimento».