31 marzo 2020
Aggiornato 04:30
Virus Zika e diagnosi precoce, arriva il test veloce

Zika, è arrivato il primo test rapido per individuare l’infezione

I ricercatori statunitensi hanno rilasciato oggi il primo test rapido per individuare l’infezione da virus Zika. Si può fare in ospedale

STATI UNITI – È di oggi la notizia che un team di ricercatori del Texas Medical Center e del Houston Methodist Hospital ha sviluppato e rilasciato il primo test rapido ospedaliero per il virus Zika. So potrà così ottenere una diagnosi rapida e precoce per poter, nel caso, agire tempestivamente.

Zika e Microcefalia
Dopo che gli scienziati brasiliani in questi giorni avrebbero confermato il collegamento virus Zika con la microcefalia, ecco finalmente arrivare il primo test rapido per sapere se si è stati infettati. Probabilmente un motivo di sollievo per tutte le persone che possano essere preoccupate da questo, specie le donne in gravidanza.

Ecco il test
I patologi e gli scienziati del laboratorio clinico del Texas Children’s Hospital e del Houston Methodist Hospital sono riusciti a sviluppare il cosiddetto «Zika direct test» in poche settimane, e come parte del progetto L.E. and Virginia Simmons Collaborative in Virus Detection and Surveillance creato apposta per facilitare lo sviluppo di test diagnostici. I nuovi test sono personalizzati per ogni laboratorio diagnostico degli ospedali e forniranno risultati entro alcune ore. I testi possono essere eseguiti su sangue, liquido amniotico, urina o liquido spinale.

Come funziona
Il test diagnostico sviluppato dal dott. James Versalovic, insieme al dott. James Dunn e colleghi, identifica specifiche sequenze di RNA-virus per rilevare direttamente il virus Zika. Questo poiché Zika è un flavivirus che contiene RNA come materiale genetico. «Con i casi di viaggiatori associati al virus Zika, questo sta diventando sempre più diffuso negli Stati Uniti, insieme con l’aumento incombente dell’esposizione a zanzare durante mesi primaverili ed estivi, dobbiamo essere pronti per un aumento di domanda di test per lo Zika – ha dichiarato il dott. Versalovic – Dobbiamo fornire risposte alle future mamme preoccupate e alle famiglie che possono sperimentare segni e sintomi o possono semplicemente aver viaggiato in aree endemiche».

Risposte rapide e precise
Secondo il dott. James M. Musser, presidente del Dipartimento di Patologia e Medicina genomica allo Houston Methodist Hospital e leader del team di sviluppo del test, questo strumento diagnostico è lo stato dell’arte dei test poiché «permette ai nostri medici e ai pazienti di ottenere risposte diagnostiche molto rapide in ospedale». Grazie al rilevamento del materiale genetico del virus, il suo RNA, può essere direttamente rilevato nelle donne in gravidanza e tutte gli altri adulti o bambini con questo virus. In più, questo test specifico e in grado di distinguere l’infezione da virus Zika da quella da dengue, West Nile o infezioni da virus Chikungunya. «Questo è uno sviluppo significativo, in quanto le autorità sanitarie raccomandano a tutte le donne in gravidanza che hanno viaggiato in un luogo colpito dal virus Zika di fare il test», ha concluso Musser.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal