4 aprile 2020
Aggiornato 03:30
Allarme Zika dall’Organizzazione Mondiale della Sanità

Zika: l’Oms “si sta diffondendo in modo esplosivo”. E’ allarme

Altro che niente panico, a Ginevra il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha dichiarato il virus Zika «si sta diffondendo in maniera esplosiva», in particolare nelle Americhe

GINEVRA ─ Se qualcuno getta acqua sul «fuoco Zika», all’Oms sono invece allarmati. E l’allarme giunge attraverso la voce del direttore generale Margaret Chan che, durante un incontro informativo con gli Stati membri sull’emergenza legata al virus, ha dichiarato che nelle Americhe Zika «si sta diffondendo in maniera esplosiva».

Quattro milioni di contagiati
Se qualcuno pensava che i casi di contagio da virus Zika si potessero contare sulle dita dovrà ricredersi. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità ci potrebbero infatti essere ben 3-4 milioni di contagiati nelle sole Americhe in questo momento ─ una cifra destinata ad aumentare, forse anche rapidamente.

Smobilitati i militari
In Brasile, il Paese più colpito, intanto si prevede di smobilitare 220mila soldati. Questi avranno il compito di promuovere le norme igieniche per la profilassi tra i milioni di famiglie che popolano la nazione. Oltre agli oltre un milione di casi l’anno, nel solo Brasile sono stati diagnosticati più di 3.500 casi di microcefalia nei neonati soltanto nel mese di gennaio 2016, che raffrontati ai 150 casi l’anno registrati in precedenza fanno pensare a una vera e propria epidemia.

Almeno 28 giorni
Il virus Zika è trasmesso da diversi tipi di zanzara, tra cui la bellicosa Aedes aegypti e la ormai nostrana zanzara tigre. Il Centro Nazionale Sangue fa sapere che chi ha soggiornato in Paesi a rischio o dove è già stato rilevato il virus Zika dovrà attendere almeno 28 giorni prima di donare il sangue. Le donne, come ormai dovrebbe essere chiaro, è bene che rimandino l’idea di concepire fino a che non sarà cessato l’allarme ─ sempre che la situazione non sfugga di mano.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal