28 febbraio 2020
Aggiornato 01:00
Gravidanza e rischi per il feto

Bere un drink durante la gravidanza espone il bambino a 428 problemi di salute

Rischio salute per i bambini anche con piccole quantità di alcol.

TORONTO ─ L’alcol in gravidanza è nocivo per il bambino. Questo lo sapevamo già. Ciò che ancora non si conosceva con esattezza erano gli effettivi rischi sul feto, a seguito dell’ingestione anche di piccole quantità di alcolici. Secondo una recente studio, la futura mamma potrebbe mettere a rischio il proprio bambino provocando uno o più, dei potenziali 400 disturbi derivanti dall’ingestione di alcol.

Disturbi dello spettro fetale alcolico
Si chiamano FASD e si tratta dei disturbi dello spettro fetale alcolico. Uno studio condotto da ricercatori di Toronto mette in guardia le donne gravide dall’utilizzo di più o meno elevate quantità di alcol. Secondo gli scienziati, sarebbero ben 438 le patologie correlate a questa errata abitudine. «Abbiamo sistematicamente identificato numerose condizioni di malattia correlate al FASD, che sottolinea il fatto che non è sicuro bere qualunque quantità o qualunque tipo di alcol in qualsiasi fase della gravidanza», dichiara Lana Popova, dal Centre for Addiction and Mental Health di Toronto (Canada).

Può nuocere qualsiasi organo
L’utilizzo di alcool in gravidanza potrebbe essere nocivo per qualsiasi organo che, come ben si sa, in fase fetale è in continua crescita e generazione. «L’alcol può interessare qualsiasi organo o sistema nel feto in via di sviluppo», continua Popova. Ciò che è estremamente variabile è la gravità dei sintomi che potrebbe essere direttamente proporzionale alla quantità di alcol ingerita. Ma non solo, ci sono altri fattori che potrebbero influire aumentando la pericolosità della bevanda. Per esempio l’ambiente in cui vive la mamma, il livello di stress e l’alimentazione.

Anche i fattori genetici fanno la loro parte
Se l’alcol nuoce più o meno al feto ciò può dipendere anche da fattori genetici o, più semplicemente dalla differenza individuale in cui si metabolizza l’alcol. Meno la mamma sopporta tale sostanza, più è elevato il rischio per il feto.

428 condizioni pericolose
I ricercatori hanno esaminato in maniera approfondita 127 studi che mostravano la pericolosità dell’alcol sul feto. Dai loro risultati è emerso che ci sono almeno 428 patologie che possono colpire il bambino. Le condizioni possono interessare il sistema nervoso centrale, la vista, l’udito, il sistema cardio e vascolare, la digestione, il sistema muscolo scheletrico e respiratorio. Praticamente l’alcol può danneggiare l’intera evoluzione e salute del feto.

Zero alcol in gravidanza
«E’ importante che il pubblico riceva un messaggio coerente e chiaro: se si vuole avere un bambino sano, bisogna stare lontano dall’alcol quando si sta programmando una gravidanza e durante tutta la gravidanza» continua Popova.

Dai problemi di condotta a quelli di relazione
La maggior parte dei bambini che avevano una mamma che beveva alcol, anche in piccole quantità, mostrava problemi di comportamento. Circa 8 su dieci mostravano disturbi della comunicazione. Mentre il 70 per cento aveva disturbi dello sviluppo, deficit dell’attenzione e iperattività (ADHD). «Il problema è che l’esposizione all’alcol prima della nascita, può essere trascurato dal medico e non affrontata. I neonati dovrebbero essere sottoposti a screening per esposizione prenatale, soprattutto tra le popolazioni ad alto rischio», concludono i ricercatori.