19 novembre 2019
Aggiornato 06:30
Alimentazione e sessualità

Da Expo tutti i «Viagra» naturali per risvegliare l’eros

Mandorle, anguilla, peperoncino e pistacchi. Da Coldiretti l'elenco di tutti i cibi eco-compatibili che risvegliano l’eros

MILANO – Chi lo dice che solo la pillola blu risveglia l’eros? I cibi che si trovano nelle nostre tavole possono fare altrettanto, e senza effetti collaterali di sorta. Arriva dall’Expo 2015 la top-ten degli afrodisiaci naturali al 100%.

Dalla tradizione popolare, alla scienza
Negli ultimi anni la scienza non ha fatto altro che confermare le virtù di erbe e alimenti, dettate dalla tradizione popolare. E Coldiretti, presso il padiglione «No farmers no party», ha allestito un esposizione di prodotti afrodisiaci, le cui proprietà sono state verificate anche dalle ultime ricerche scientifiche.

Provare per credere
E se siete come San Tommaso, lo stand vi offre la possibilità di assaggiare – e quindi di testare – tutti i cibi che risvegliano l’eros. In loco vi è anche la presentazione dello studio «L’amore dell’orto», in occasione del Mandorla Day. Pochi, infatti, sanno che la mandorla è fondamentale per l’amore. «Secondo la medicina naturale ne bastano 30 grammi al giorno per stimolare la fertilità nell’uomo e incrementare la passione, soprattutto nelle donne», spiega Coldiretti. Sarà forse per questo motivo che durante le nozze si usa offrire confetti con all’interno le mandorle: frutto dell’eros ma anche augurio per una vita prospera.

Anche i pistacchi aumentano il desiderio sessuale
Non solo mandorle, ma anche i pistacchi sono ritenuti alimenti indispensabili per la vita di coppia. Quelli di Bronte (in Sicilia), per esempio, erano consideranti degli «eccitanti» fin dalle epoche più remote grazie, probabilmente, all’alto contenuto di antiossidanti. Ottimi per aiutare l’uomo che ha qualche piccolo problema sotto le lenzuola.

Cicoria per stimolare la produzione ormonale
Coldiretti spiega come anche le verdure insospettabili siano eccellenti rimedi green per l’amore. La cicoria, per esempio, contiene buone quantità di androstenedione, un noto ormone maschile. Per accendere la passione ne bastano 250 grammi, due volte alla settimana. Mentre se si vuole aumentare la fertilità è meglio passare al peperone, colto da poco.

Cipolla come il Viagra
Probabilmente la cipolla rossa non è il massimo per l’alito, ma condivide lo stesso principio attivo della «pillola blu»: l’ossido nitroso. La leggenda vuole che questo alimento fosse donati dai faraoni agli schiavi, allo scopo di dare più energia durante la costruzione delle piramidi.

Due spicchi di aglio al giorno e dici addio all’impotenza
L’aglio è un ottimo afrodisiaco – spiega Coldieretti – consumandone due spicchi d’aglio al giorno, per tre mesi consecutivi, è un ottimo rimedio nel trattamento dell’impotenza. Sarà forse per questo che Ovidio consigliava alle coppie insalata di aglio e cipolle?

Dall’antica civiltà orientale, l’anguilla
Per stimolare il desiderio sessuale, c’è anche l’anguilla che, forse a causa della sua forma, è stata considerata da sempre un afrodisiaco naturale.

Peperoncino e zafferano per non fare cilecca tra le lenzuola
Infine, immancabile il peperoncino che aumenta l’afflusso di sangue agli organi genitali. Meglio se associato allo zafferano che ne potenzia l’effetto sulla funzionalità sessuale. Se un tempo Zeus giaceva con le sue donne su un letto di zafferano, una ricerca dell’Università di Guelph ha mostrato che proprio lo zafferano risveglia i sensi.