15 novembre 2019
Aggiornato 05:30
Sesso e salute

Poca voglia di sesso? Il mal di testa non è una scusa

L’emicrania spesso non è una scusa, ma un reale problema che compromette il desiderio sessuale. Il parere della sessuologa.

ROMA – La moglie ha mal di testa anche questa sera? Prima di pensare subito che si tratti della solita scusa è bene conoscere i risultati di uno studio pubblicato sul Journal of sexual medicine: l’emicrania spegne il desiderio.

Emicrania contro sesso
Altro che giustificazioni, secondo i ricercatori dell’Università di Pavia, cefalea ed emicrania sembrano essere strettamente collegate alla riduzione del desiderio sessuale. Per arrivare a tali conclusioni lo studio è stato condotto insieme all’IRCCS, l’istituto neurologico nazionale Mondino (Pavia).

Una ricerca tra le lenzuola
Lo studio è stato condotto su un centinaio di donne con un’età media di quarant’anni. Tutte soffrivano di emicrania o cefalea per più di quindici giorni al mese. I questionari da loro compilati hanno permesso di evidenziare il grado di stress sotto le lenzuola. E i risultati sono stati tutt’altro che positivi: quasi il 30% delle donne mostrava grandi disagi in merito, mentre il 20% ammetteva di accusare un forte calo del desiderio sessuale.

Oltre al mal di testa, il dolore sessuale
«Il mal di testa, cronico e ricorrente, può aumentare la probabilità di soffrire di dispareunia, cioè dolore durante il rapporto sessuale – dichiara Monica Cappello, sessuologa di Torino – inoltre, le donne che fanno uso eccessivo di analgesici possono avere maggiori problemi di calo del desiderio». Tuttavia, è bene dire che quest’ultima correlazione non è stata ancora dimostrata a livello scientifico.

Libido in picchiata, ecco le cause
Possono esserci anche altre cause per la diminuzione della libido. «Per esempio i disturbi mestruali e la menopausa portano un’alterazione degli ormoni, i cui livelli sono al massimo durante l’ovulazione», continua Cappello. Ma non bisogna dimenticare anche il ruolo piscologico: «il desiderio insorge se c’è il contesto giusto e un partner desiderato, in grado di suscitare fantasie, ricordi, immagini. Se l’eccitazione mentale si innesca, la reazione fisica, del corpo, arriva di conseguenza». Insomma, il mal di testa è un deterrente dell’amore, ma in tutti gli altri casi è importante aggiungere un po’ di frizzantezza alla monotonia di tutti i giorni.