20 luglio 2019
Aggiornato 18:30
Salute

La terza ondata di influenza H1N1 non ci sarà

Lo dice uno studio pubblicato sul «Canadian Medical Association Journal». Resta consigliata la vaccinazione per i malati cronici

ROMA - Lo confermano anche le analisi a campione degli anticorpi influenzali di 1.127 pazienti canadesi: la Nuova influenza non è più una pandemia e la temuta terza ondata di contagio non ci sarà. Lo dice uno studio pubblicato sul Canadian Medical Association Journal, che tuttavia raccomanda la protezione vaccinale per gli adulti sopra i 50 anni affetti da patologie croniche.
Incrociando i dati dei livelli di anticorpi di H1N1 osservati prima e dopo la diffusione del virus, nel 2009, i ricercatori hanno stabilito che allo stato attuale la maggior parte della popolazione, compresi i bambini, è al riparo da una, ormai improbabile, esplosione pandemica dell'influenza, «a meno che non vi sia un generalizzato e significativo calo degli anticorpi o una mutazione del virus», afferma una delle autrici della ricerca, Danuta Skowronski dell'università canadese British Columbia.