17 ottobre 2019
Aggiornato 12:00

Salvini: «Ribaltone pronto da tempo stesso Premier prima con Lega poi con Pd»

Matteo Salvini, in conferenza stampa dal Senato accompagnato dai capigruppo della Lega, commenta lo sviluppo della crisi politica

Video Euronews

ROMA - «Sta nascendo il partito delle poltrone come unico collante», e se il premier sarà Giuseppe Conte «sarà un classico ribaltone all'italiana». Un governo che è «tradimento della volontà popolare». Matteo Salvini convoca una conferenza stampa lampo in Senato, quando il governo M5s-Pd sembra sia sul punto di nascere.

La via maestra è il voto

E insiste: «Ascoltare gli italiani sarebbe la scelta più lineare: non stiamo facendo appelli alle piazze, non rispondo agli insulti, garantisco stabilità, tranquillità, sicurezza, regole e dignità al Paese. La via maestra è il voto, gli italiani a novembre potrebbero tranquillamente esprimersi, e magari sceglierebbero Renzi. Ma che qualcuno stia scegliendo nei palazzi, è un tradimento della volontà popolare». Per Salvini «chi scappa dal voto degli italiani non ha la coscienza pulita. Puoi scappare dal voto per un mese, sei mesi, un anno, non puoi scappare all'infinito. E puoi scappare dal voto nazionale, ma ci sono tanti elezioni locali nei prossimi mesi. Sono orgogliosi di quello che abbiamo fatto, inorridisco all'idea che qualcuno voglia smontare dl immigrazione, Quota 100, dl su banche e lavoro, iniziative sulla scuola», ha aggiunto il leader della Lega.