15 novembre 2019
Aggiornato 00:30

Salvini avverte Conte: «No ad altre maggioranze raccolte come i funghetti del Trentino»

«Non ho capito perché oggi il Presidente del Consiglio quando è intervenuto in Senato ha detto se dovessero togliermi la fiducia, tornerò in Senato per chiedere la fiducià...». Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini in diretta su Facebook

Video Agenzia Vista

ROMA - Il ministro dell'Interno, vicepremier e leader leghista usa la sua diretta Facebook per un altolà agli alleati pentastellati: «Se c'è un governo, il governo è questo e va avanti coi 'si», dico 'no' a giochetti di palazzo». A Salvini non è piaciuto infatti l'intervento del premier Giuseppe Conte in Senato, che potrebbe «lasciar pensare che possano esserci altre maggioranze raccolte un po' qui e un po' là, come i funghetti nei boschi».

La «stoccata» al Premier Conte

Salvini, concludendo la sua diretta Facebook dopo aver ribadito «non mollo» ha preso lo spunto per una stoccata: «Su di me - ha detto ai suoi follower - potete contare, con tutti i miei difetti però onestà, coraggio, libertà, idee chiare non ci mancano e lealtà...». Da qui lo spunto di Salvini: «Io oggi non ho capito perchè il presidente del consiglio ha detto nel suo intervento in Senato 'se dovessero togliermi la fiducia tornerò in Senato', ... noi vogliamo lavorare, guardare avanti, fare liberare, detassare, approvare una riforma vera del fisco, della giustizia, vogliamo l'autonomia, che bisogno c'è di andare a lasciar pensare che possano esserci altre maggioranze raccolte un po' qui e un po' là, come i funghetti nei boschi del Trentino, in Parlamento...magari recuperando uno Scilipoti qui o uno Scilipoti là...».

L'unico Governo possibile è questo

Quindi la stoccata: «Se c'è un governo, il governo è questo e va avanti coi sì, se qualcuno pensa a giochetti di potere o di palazzo ha sbagliato persona, ha sbagliato ministro, ha sbagliato partito con la Lega, e ha sbagliato Paese con l'Italia e gli italiani di oggi, che ne hanno visti troppi di giochetti di palazzo, di governi non eletti, di Monti, di Renzi, no! O si avanti con le idee chiare, con i sì, con la forza del cambiamento oppure giochetti di palazzo - ha avvertito Salvini - non esistono. Per rispetto all'Italia e agli italiani».